Leopolda al via, Renzi tuona: ‘Chi parla di correnti resti a casa’, Boschi assente diserta l’avvio

Chi parla di correnti resti a casa‘. E’ questo uno dei messaggi, forte e chiaro, che è stato lanciato dalla Leopolda 2015 da parte del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Leopolda 2015 al via, tra l’altro, con il Ministro Boschi che, assente, ha quindi disertato la prima giornata della sesta edizione dell’happening fiorentino.

‘Qui sono di casa idee e sogni, risponderemo al terrorismo con la cultura’, ha aggiunto il segretario del Partito Democratico che indirettamente ha difeso il bonus di 500 euro da riconoscere agli studenti. ‘Senza questa nostra esperienza  non sarei a palazzo Chigi, ma dobbiamo essere consapevoli che c’è chi ci vuole affossare’, ha inoltre fatto presente il Premier. Ed oggi alla Leopolda 2015 sul palco ci saranno i ministri per il ‘Question Time‘, ovverosia per risposte a domande e critiche legate al’evento.

‘In bocca al lupo a Ottavia e Ciro e a tutti gli amici della #terradegliuomini. Finiamo la Stabilità e vi raggiungiamo subito alla #leopolda6‘. Questo è quanto ha scritto ieri via Twitter il ministro Boschi che però poi alla Leopolda 2015 non si è presentata in serata secondo quanto riportato da Repubblica.it.

Sull’assenza del ministro Boschi potrebbe aver pesato la questione relativa al salvataggio delle banche con apposito decreto. E così a Saviano che, su Repubblica Tv, ha chiesto ‘via Boschi, sulle banche abnorme conflitto di interessi’, ha risposto Lorenzo Guerini, il vicesegretario del PD, affermando che ‘sulle banche il governo ha fatto  con tempestività un provvedimento che ha tutelato correntisti e posti di lavoro. In legge di stabilità ci saranno altri ulteriori, possibili, interventi e non credo che introdurre elementi di questo tipo serva ad affrontare la questione come va affrontata’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.