Pussy Riot dedicano ‘I Can’t Breathe’ ad Eric Garner

Il gruppo punk russo dissidente Pussy Riot ha dedicato la sua prima canzone in inglese, "I can't breathe" ad Eric Garner.

0

Il gruppo punk russo dissidente Pussy Riot ha dedicato la sua prima canzone in inglese, “I can’t breathe” ad Eric Garner.

Questa canzone è per Eric e per tutti coloro che dalla Russia all’America e in tutto il mondo soffrono di terrore di stato – soffocato, morì a causa della guerra e della violenza  di tutti i tipi sponsorizzata dallo stato- per i prigionieri politici e di quelli sulla strada che lottano per il cambiamento “, ha detto la band Mercoledì. “Siamo solidali.

Garner, un uomo di colore disarmato, è morto a New York nel mese di luglio, dopo che un poliziotto bianco lo ha strangolato con una presa. Un gran giurì a dicembre ha deciso di non considerare colpevole l’ufficiale, Daniel Pantaleo.

Le ultime parole di Garner, “non riesco a respirare,” sono diventate un grido di battaglia per le proteste sul trattamento delle minoranze negli Stati Uniti e ispirato ultima canzone di Pussy Riot.

Rispondi o Commenta