Renzi: bonus per comprare italiani? ‘Non offendeteli’, Premier difende i 500 euro ai 18enni

0

Leggo commenti surreali, dai Cinque Stelle a certa destra, sul fatto che i provvedimenti del nostro Governo sarebbero fatti per comprarsi il voto degli italiani‘. Questo è quanto scrive, nella sua Enews 401 del 27 novembre del 2015, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi.

In questi ultimi giorni l’M5S, parlando apertamente di voto di scambio, ha infatti duramente criticato l’annuncio, da parte del Premier, di voler riconoscere un bonus di 500 euro ai 18-enni da spendere in cultura. In molti, per esempio, avrebbero preferito che queste risorse pronte per essere stanziate fossero destinate, invece, a misure ed a interventi più urgenti come la messa in sicurezza delle scuole.

Questo modo di pensare è offensivo. Ma non verso di me: offensivo verso gli italiani! Gli italiani non si fanno comprare. Votano sulla base delle proprie speranze e delle proprie emozioni, non sulla base di un bonus’, ha aggiunto il Presidente del Consiglio che, quindi, rispedisce sostanzialmente al mittente le accuse e le critiche secondo cui il Premier Renzi con i bonus, ricordiamo al riguardo quello da 80 euro in busta paga, intenda mantenere la leadership del Partito Democratico, in termini di consenso, rispetto a tutti gli altri partiti.

‘Quanto alle proposte del Governo’, conclude Renzi nella sua Enews 401 del 27 novembre del 2015, ‘vorrei che si dicesse se ciò che facciamo è giusto o no. Tutto qui’. ‘Dopo anni di chiacchiere‘, ha infine ricordato, ‘finalmente c’è chi fa. Aiutateci a fare meglio, se vi va. Ma non offendete gli italiani. Loro non lo meritano, voi non ne avete diritto‘.

Loading...

Rispondi o Commenta