Salvini all’ex Cnr di Scandicci, leghisti con ruspa per spianare campi rom

0

Dopo la tappa di Livorno, condita con un’accoglienza a uova e pomodori, Matteo Salvini ha fatto tappa al mercato di Fucecchio e subito dopo a Scandicci all’area ex Cnr; nella suddetta location si sono installate alcune famiglie rom senzatetto; quindi un gruppo di leghisti fiorentini si è presentato sul posto con una piccola ruspa, posizionandola davanti al cancello della recinzione che racchiude l’area; La presa di posizione dei residenti è stata spiegata da un altro leghista che ha noleggiato un’altra ruspa di grosse dimensioni, per dimostrare che “non appena vinceremo in Toscana cominceremo a garantire nuovamente la legalità spianando i campi rom”.

La situazione è parsa in ogni caso tranquilla, ma polizia e carabinieri presidiano tutta l’area per evitare sorprese spiacevoli; Matteo Salvini ha rilasciato le sue esplicite opinioni anche in questa occasione; ecco cosa ha detto a Scandicci: Matteo Renzi c’ha messo 5mila morti e due anni di tempo per arrivare a quello che sostiene la Lega da tempo, è un becchino, un becchino incapace e pericoloso. Insulta la Lega ma alla fine è costretto ad arrivare alle conclusioni della Lega. Bisogna affondare i barconi, bisogna andare in Nord Africa ad identificare le persone, bisogna respingere i clandestini, bisogna arrestare i clandestini.Se mi rubano le buone idee, sono felice. Mi interessano i risultati.  Il ministro degli Interni non esiste, ma la colpa è di Renzi. Se si sceglie ministri che non esistono, la colpa è sua perché è un incapace.” Il “tour propagandistico di Salvini dovrebbe proseguire ancora con parecchie tappe.

Rispondi o Commenta