Bologna gaffe del Pd: Errore nei manifesti elettorali, sbagliata la data delle elezioni

0

PD-2-2

Confondere la data delle elezioni sul manifesto elettorale non è una svista da poco. Sarà stata forse colpa del rallentamento con cui il Viminale ha comunicato le date della pressione amministrative virgola bologna il Pd ha compiuto una gaffe imperdonabile: Su molti manifesti specialmente quelli di Giulia Di Girolamo, capolista Pd in consiglio comunale compare la scritta”Elezioni amministrative 5-6 giugno 2016″. In realtà si voterà per le comunali in una sola giornata, il 5 giugno. ” Un errore nei manifesti del Partito Democratico di Bologna: le date delle Amministrative che vengono riportate sui cartelloni già affissi in giro per la città sono il 5 e il 6 giugno, mentre si vota solo domenica 5 giugno.  

Ci si è accorti infatti che sui manifesti c’è un errore non da poco: in alto a destra viene indicata come data del voto anche il 6 giugno, mentre per le amministrative si voterà solo il 5 giugno. A farne le spese, tra gli altri, anche la capolista Giulia Di Girolamo, già balzata agli onori della cronaca qualche settimana fa per una piccola gaffe (poi prontamente rimediata): aver proposto di dedicare un giardino alle vittime della mafia, intitolazione che a Bologna c’è già.

Notato l’errore (la cosa ha cominciato a diffondersi sui social), il Pd corre ai ripari e annuncia che i manifesti sbagliati saranno sostituiti entro pochi giorni. Lo fa sapere con un post su Facebook, dove si raccomanda di andare a votare il giorno giusto.

“Si entra nel vivo della campagna per le amministrative – scrive il Pd- mi raccomando, andate a votare domenica 5 giugno (si vota solo di domenica). Su alcuni nostri manifesti si riporta erroneamente anche la data di lunedì 6, per un errore in fase di stampa: avevamo inviato due bozze diverse con due opzioni di data, aspettando il decreto del ministero, ed è stata stampata la versione sbagliata. Entro pochi giorni i manifesti verranno sostituiti”.

I democratici comunque provano a scherzarci su e al messaggio aggiungono una clip dell’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri (il segretario Francesco Critelli e” un tifoso bianconero), che durante una partita si lascia andare a una sfuriata plateale, urlando e facendo l”atto di strapparsi la giacca. “Qui di seguito- ironizzano i dem- la pacata reazione dell”apparato in via Rivani alla vista dei manifesti sbagliati”. 

Rispondi o Commenta