Debbie Reynolds, troppo dolore per la morte di Carrie Fisher: l’attrice colpita da ictus muore il giorno dopo la figlia

Sono trascorsi pochissimi giorni dal 27 dicembre, giorno in cui a Los Angeles è venuta a mancare la celebre attrice, sceneggiatrice e scrittrice statunitense Carrie Fisher stroncata da un infarto ed ecco che, a distanza di un solo giorno una nuova terribile tragedia ha colpito la famiglia dell’attrice. Lo scorso mercoledì 28 dicembre 2016 anche il cuore della madre dell’attrice, e quindi dell’amatissima Debbie Reynolds, anch’essa attrice e poi ancora cantante e ballerina statunitense ha smesso di battere per sempre.

Stando a quanto emerso dalle prime indiscrezioni sull’incredibile vicenda, che sta lasciando senza parole davvero moltissime persone, sembra proprio che l’artista Debbie Reynolds lo scorso mercoledì si trovasse a casa del figlio Todd Fisher dove, insieme, stavano organizzando il funerale della figlia scomparsa il giorno precedente quando all’improvviso avrebbe accusato un malore a causa del quale si è rivelato necessario il tempestivo trasporto in ospedale e, sin da subito, le sue condizioni di salute sarebbero apparse piuttosto gravi. Debbie Reynolds nello specifico è stata colpita da un ictus e proprio la sera di mercoledì, 28 dicembre 2016, il suo cuore ha smesso di battere per sempre alla veneranda età di 84 anni proprio mentre si trovava al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, dove era stata ricoverata poco prima.

Alcune ore prima della sua morte, la stessa Debbie Reynolds aveva scritto un post su Facebook con il quale voleva ringraziare tutte quelle persone che le avevano mostrato affetto in seguito alla notizia della scomparsa della figlia Carrie e nello specifico nel post in questione aveva scritto “Grazie a tutti quelli che hanno abbracciato i doni e i talenti della mia amata e incredibile figlia. Sono grata per tutti i vostri pensieri e preghiere che ora la stanno guidando verso la sua prossima fermata. Con amore, la mamma di Carrie”. Nata a El Paso, città degli Stati Uniti d’America, il 1° aprile del 1932 Debbie Reynolds ha fatto il suo debutto nel mondo del cinema alla giovanissima età di 15 anni nel film “Vorrei sposare” ma il vero successo è arrivato pochi anni dopo ed esattamente nel 1952 quando ha preso parte al celebre musical Cantando sotto la pioggia di Stanley Donen accanto a Gene Kelly.

Tra i diversi film cui ha preso parte Debbie Reynolds, oltre a quelli precedentemente citati ricordiamo anche “Due settimane d’amore”, “Un turbine di gioia”, “Cominciò con un bacio” e tanti altri ancora. Proprio il figlio dell’attrice, Todd Fisher, ha rivelato che le ultime parole espresse dalla madre sono state ‘Voglio solo stare con Carrie’ e proprio alcune fonti vicine alla famiglia affermano inoltre “Voleva che venisse seppellita nello stesso posto dove sarebbe andata lei”. Inoltre, proprio le persone che nell’ultimo periodo le sono state vicino hanno raccontato del difficile momento vissuto da quanto, Carrie Fisher è stata colpita da un arresto cardiaco mentre si trovava sull’aereo diretta da Londra a Los Angeles. La pressione degli ultimi giorni è stata davvero troppa e alla fine il cuore dell’ottantaquattrenne Debbie Reynolds non ce l’ha fatta a reggere così tanto dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.