Genova, pedone ucciso da automobilista ubriaco e drogato: residenti in rivolta dopo la tragedia

Un uomo alla guida, ubriaco e sotto effetto di stupefacenti, ha investito ed ucciso un pedone mentre era in attesa, sul marciapiede, dell’arrivo dell’autobus alla fermata. E’ successo a Genova dove un 35-enne ecuadoriano, residente a Marassi, ha perso il controllo dell’auto che guidava, una Fiat Stilo, ed ha investito ed ucciso Giuseppe Buttaro, ex finanziere residente nel Comune di Albisola, in Provincia di Savona.

L’incidente mortale si è verificato quando nella giornata di ieri, domenica 24 gennaio del 2016, erano appena passate le 11 nella periferia del capoluogo ligure e precisamente a Certosa, in via Canepari. Sul 35-enne, sottoposto ai test, sarebbero state riscontrate tracce di cocaina unitamente ad un tasso di alcool nel sangue pari a tre volte quello consentito dalla legge in accordo con quanto riportato da IlFattoQuotidiano.it.

Jorge Wilson Valverde, questo il nome e cognome del conducente la Fiat Stilo, dopo i test è stato condotto nel carcere di Marassi con l’accusa di omicidio colposo e di guida in stato di alterazione. I testimoni che, dopo la tragedia, hanno subito dato l’allarme, hanno raccontato d’aver visto l’uomo in stato confusionale riuscendo a parlare a fatica.

Non a caso, in accordo con le ricostruzioni degli inquirenti, l’uomo alla guida era reduce da una notte di festa a base di birra e coca. Intanto i residenti nella zona, sotto choc, chiedono più sicurezza ed anche una stretta alla vendita di superalcolici nelle ore notturne. Nato a Guayaquil, in Ecuador, il 35-enne risiede nella periferia del capoluogo ligure non lontano dal luogo della tragedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.