George Michael, avanza l’ipotesi overdose di eroina: parla il compagno Fawaz

0

A pochi giorni dalla morte di George Michael si continua a parlare di quelle che potrebbero essere state le cause della sua morte, avvenuta come risaputo il giorno di Natale, mentre si trovava da solo nella sua casa in campagna. Nonostante si parli di infarto, in molti parlano della morte di George Michael avvenuta in “circostanze sospette“, e pare che proprio nella giornata di ieri qualcuno abbia iniziato a parlare di overdose di eroina come possibile causa del decesso.Il cadavere del cantante è stato ritrovato all’interno della casa di campagna dal suo compagno Fadi Fawaz, noto parrucchiere delle celebrità ed in un primo momento, il manager dell’artista Michael Lippman, aveva parlato di insufficienza cardiaca, ma già nella giornata di ieri si è fatta avanti l’ipotesi di un’overdose da eroina, avvalorata dalla tesi rivelata da una fonte anonima al quotidiano Daily Telegraph, secondo la quale l’artista avrebbe lottato a lungo contro una crescente dipendenza dall’eroina.

La fonte avrebbe riferito: “E’ finito in ospedale in molte occasioni.Usava eroina.E’ incredibile come sia potuto rimanere in vita così a lungo”. Anche l’arresto cardiaco è comune tra i tossicodipendenti di eroina, e dunque non sembra essere tanto lontana questa ipotesi. “È un Natale che non dimenticherò più: trovare il tuo partner morto pacificamente nel suo letto per prima cosa al mattino… Mi mancherai per sempre”, è questo il tweet pubblicato dal fidanzato di George Michael con il quale ha comunicato a tutto il mondo di essere stato lui a trovare il corpo senza vita del suo amato.  Il suo compagno, Fawaz, il quale era legato a Michael dal lontano 2011, avrebbe riferito: “Dovevamo andare a pranzo insieme. Sono andato da lui per svegliarlo ma se ne era andato, era sdraiato pacificamente nel suo letto.Non sappiamo ancora cosa sia successo”.

Lo stesso ha poi aggiunto: “Ultimamente tutto era diventato molto complicato, ma George aspettava il Natale, come lo aspettavo io. Ora tutto è rovinato, vorrei che la gente lo ricordasse per quello che era, una persona bellissima”. La sua casa di campagna, sita nel quartiere di Highgate, a nord di Londra, ormai da due giorni è diventata meta di tantissimi fan i quali hanno davvero portato di tutto, fiori, biglietti, candela, per far sentire la propria vicinanza. Alcuni fan, hanno addirittura lasciato lunghe lettere nelle quali vengono citate le più celebri canzoni di George Michael. “Caro George, il mio cuore è a pezzi, te ne sei andato troppo presto”, e ancora: “La tua musica e il tuo spirito vivranno in eterno”, scrivono alcuni fan.“È cambiato molto negli anni.Era diventato più grasso e indossava sempre gli occhiali. Ne era consapevole. Ma non assomigliava più a George Micheal. È molto triste”, ha dichiarato invece il manager del Catherine Wheel, ovvero il locale frequentato da Michael.

Rispondi o Commenta