M5S, casting con videomaker per i candidati a Roma: ‘ciak si gira’, stop ai video fatti in casa

0

Per i candidati alle amministrative di Roma, nel M5S arrivano i casting. Sì, perché per la corsa al Campidoglio del MoVimento 5 Stelle non saranno accettati i video fatti in casa, ma ci sarà un vero e proprio videomaker che si occuperà di realizzare la presentazione video di tutti i candidati, ben 218 in lizza per la corsa a diventare consigliere.

Tutti i candidati devono partire dallo stesso via’, ha dichiarato Alessandro Di Battista, in accordo con quanto riportato dall’agenzia di stampa Adnkronos, dopo che peraltro, a quanto pare, alcuni di questi candidati consiglieri avrebbero già acquisito un bel vantaggio attraverso una sovraesposizione mediatica. Detto questo, non tutti i candidati sono rimasti entusiasti dell’introduzione del videomaker visto che già alcuni avevano preparato un video-curricula che, con creatività ed originalità, puntava a fare breccia sul web.

La formula del ‘video ruspante’ è peraltro quella che, a conclusione delle parlamentarie grilline, ha poi portato in Parlamento la bellezza di 54 Senatori e ben 109 Deputati del MoVimento 5 Stelle. Ma c’è anche da dire che il M5S di oggi non è quello di qualche anno fa considerando le numerose espulsioni, la nascita del direttorio e casi mediatici come quello di Quarto.

D’altronde l’appuntamento con le amministrative di Roma è uno dei più importanti dell’anno per il M5S considerando che non sono poche le chance di affermazione ai danni del centrodestra, ma anche del Pd e degli altri partiti di centrosinistra considerando le cattive gestioni e, in ultimo, il caso di Mafia Capitale con una valanga di arresti.

Rispondi o Commenta