M5S, ideologo Paolo Becchi lascia il Movimento: ‘Partito è stampella di Renzi’, sogno in frantumi

0

Il professore di filosofia Paolo Becchi, considerato come l’ideologo del Movimento 5 Stelle, ha ufficialmente detto addio al ‘partito’ di Grillo annunciando d’aver annullato la propria iscrizione alla piattaforma del M5S. In un’intervista a Formiche.net, il professore afferma che il Movimento sta facendo da ‘stampella al Governo Renzi‘.

Anche Grillo è diventato un ologramma. Non sono nella testa di Beppe e non so se questo suo progressivo farsi da parte sia sintomatico di un po’ di delusione anche da parte sua, ma è sempre più politicamente assente’, ha aggiunto il professore che nel decidere di ‘uscire’ dal Movimento ha influito tra l’altro la scelta del M5S di aver del tutto accantonato la campagna per il referendum sull’uscita dall’euro, nonché quella che ha portato ad un accordo con il Partito Democratico per l’elezione dei giudici della Consulta.

Forse era inevitabile che il Movimento si istituzionalizzasse, ma il sogno è finito’, ha fatto presente il professore che, sul discorso di fine anno di Grillo, ha aggiunto che ‘ha fatto un discorso di fine anno che era uno spot pubblicitario al suo spettacolo, un intervento teatrale‘, cosa che secondo Paolo Becchi confermerebbe le intenzioni del comico di pensare più agli spettacoli che al M5S.

Secondo il professore, quindi, lo scendere in qualche modo a patti con il PD su alcune decisioni è stata una scelta sbagliata, ma potrebbe non finire qui in quanto, alla fine del corrente mese di gennaio del 2016, il M5S potrebbe ‘appoggiare’ il Partito Democratico votando favorevolmente al ddl sulle unioni civili che è in discussione al Senato.

Loading...

Rispondi o Commenta