Muore a 83 anni William Salice: addio all’inventore dell’Ovetto Kinder

0

Quello di giovedì, 29 dicembre 2016, è stato un giorno molto triste per moltissime persone in quanto proprio nel giorno indicato ha smesso di battere, per sempre, il cuore del noto dirigente d’azienda e inventore italiano William Salice particolarmente noto in tutto il mondo per essere stato colui che ha inventato il buonissimo e amatissimo Ovetto Kinder anche se, a proposito di ciò, nelle varie interviste concesse nel corso degli anni lo stesso Salice aveva più volte affermato “L’inventore è Ferrero io sono l’esecutore materiale”. Nato a Casei Gerola, comune italiano di 2.578 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia, il 18 luglio del 1933 William Salice è entrato a far parte della nota multinazionale italiana specializzata in prodotti dolciari ovvero la Ferrero nel lontano 1960 ma inizialmente il ruolo svolto dallo stesso era quello di rappresentante.

William Salice ha trascorso moltissimi anni all’interno della Ferrero, una brillante carriera che lo ha visto protagonista di diverse importanti creazioni ed infatti, stretto collaboratore di Michele Ferrero, imprenditore italiano e proprietario dell’omonimo Gruppo Ferrero, fino al recente 2007 ecco che Salice può essere considerato l’inventore di amatissimi prodotti tra questi, oltre al precedentemente citato Ovetto Kinder amatissimo e venduto in tutto il mondo e nato nel lontano 1972, vi troviamo anche il Ferrero Rocher e poi ancora il Pocket Cofee. Purtroppo, alla veneranda età di 83 anni, William Salice è stato colpito da un ictus a causa del quale si è rivelato necessario il trasporto e il ricovero presso l’ospedale di Pavia dove purtroppo, nonostante il tempestivo intervento da parte dei medici, non c’è stato nulla da fare e il suo cuore ha smesso di battere lo scorso giovedì sera. I funerali dell’inventore dell’Ovetto kinder, e di altri amatissimi prodotti dolciari, si terranno proprio nella mattina di oggi, sabato 31 dicembre 2016, a Casei Gerola (Pavia), nella chiesa di San Giovanni Battista alle ore 11.00.

In molti nelle ultime ore hanno commentato la triste notizia della morte di William Salice, tra questi vi troviamo anche la sua più cara amica, colei che fino alla fine gli è stato vicino ovvero Renata Crotti la quale ha nello specifico affermato “William non era uomo dalle mezze misure. Per me è stato un grande amico e un grande uomo; era capace di contagiare chi lavorava con lui coinvolgendolo in maniera totalizzante”, proseguendo poi “Di lui ho apprezzato l’affidabilità e l’impegno oltre che la passione e la creatività di cui dava prova ogni momento. Valori, questi, che ha generosamente trasmesso a tutti quelli che hanno avuto la fortuna di stargli accanto”. Ma l’amica Renata Crotti, nel corso dell’intervista concessa all’Adnkronos ha inoltre ricordato del carattere deciso e caparbio di Salice, il quale nonostante fosse gentile e disponibile con tutti era anche noto per i suoi no, perchè conclude Crotti “per lui dire no significava mettersi a confronto con l’interlocutore, ragionando e trovando sempre una soluzione”.

Loading...

Rispondi o Commenta