Ondata di gelo straordinaria, allarme della Protezione Civile: ecco come affrontare l’emergenza

0

Il freddo in questi giorni sembra abbia invaso la penisola italiana e la notizia peggiore è che purtroppo le temperature così rigide non sembrano subire variazioni nei prossimi giorni. L’ondata di gelo e neve che ha interessato l’Italia, dunque, continuerà senza tregua anche nei prossimi giorni, e soprattutto sulle ragioni del Sud. Bufere di neve e di vento molto forte sono attese su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Sicilia. Bisogna ricordare le parole del Capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, che dopo aver fatto il punto con il premier Paolo Gentiloni sull’ondata di gelo che ha investito l’Italia ha ricordato che questo è il primo evento importante dell’inverno che è entrato con forza nel nostro Paese. Le temperature, come abbiamo anticipato continueranno a restare basse anche nella giornata di oggi e nei prossimi giorni, per questo motivo la Protezione civile ha lanciato l’allerta, raccomandando di non mettersi in viaggio nelle aree interessate, se non nei casi necessari e soltanto attrezzati di pneumatici da neve o con le catene montate.

Purtroppo l’ondata di gelo dei giorni scorsi ci ha colti quasi impreparati, visto che le temperature miti degli ultimi mesi; ad essere maggiormente colpito dall’ondata di gelo è stato il Centro Sud, dove le temperature sono scese sotto lo zero ed ha nevicato anche in alcune zone di mare. La colonnina di mercurio la notte scorsa è rimasta sotto lo zero in molte città d’Italia; in Sicilia in alcune città al livello del mare le minime sono arrivate a 3 gradi,mentre a Palermo si sono toccati i 4 gradi.  Esistono comunque dei rimedi per poter affrontare l’inverno e nello specifico queste ondate di gelo a cominciare dall’alimentazione, e dunque secondo gli esperti è consigliato consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura ogni giorno, e dunque ingerire alimenti contenenti vitamina E e betacarotene che stimolano le difese immunitarie. Non eliminare dalla propria alimentazione, legumi, carne, latte e pesce che possono apportare il giusto apporto di fibre e proteine.

Importante bere molta acqua, tisane calde e tè verde. E’ sconsigliato fare uso di alcolici perché possono provocare un’eccessiva dispersione del calore prodotto dal corso e favorire l’insorgere dell’ipotermia. Per quanto riguarda le altre misure, gli esperti consigliano di ridurre l’uso dell’auto, riducendo in questo modo il traffico ed il numero di mezzi in sosta su strade e aree pubbliche.Se si vuole utilizzare l’auto, invece, è necessario avere sempre con se nel baule le catene da neve, ed ancora è consigliabile fare qualche prova di montaggio, per essere preparati nel momento di difficoltà.Inoltre, nel caso si pensi ci possa essere il timore di rimanere bloccati in casa sarà meglio organizzarsi con generi alimentari che possano essere sufficienti almeno per una settimana, e dunque acquistare zucchero, pasta, riso, olio marmellate, miele, sale, caffè, formaggi, frutta secca, cioccolata, fette biscottate e altri alimenti a lunga conservazione.

Loading...

Rispondi o Commenta