Palermo, giovane spara in aria indisturbato durante il concerto di fine anno in Piazza Politeama: aperta inchiesta

Polemiche sulla sicurezza a Palermo dopo che nella notte di Capodanno durante il classico concerto di fine anno in Piazza Politeama, un uomo ha praticamente oltrepassato le zone di filtraggio ed ha iniziato a sparare in aria. Non contento, l’uomo poi ha preso un petardo e lo ha acceso proprio davanti gli agenti della polizia che non hanno fatto nulla per fermarlo. Ebbene si a pochi metri dal palco che ospitava il concerto di Morgan e Luca Carboni, un uomo con addosso una giacca rossa e papillon ha impugnato una pistola esplodendo una raffica di colpi tendendo il braccio in aria in sequenza, poi ha infilato l’arma alla cintura sotto la giacca e ha preso il cellulare, forse inviando un messaggio e poi ancora ha posato il cellulare e ha preso ancora la pistola, sparando un’altra volta in aria; alla fine, l’uomo pare si sia allontanato insieme ad un gruppo di amici, sia uomini che donne, proseguendo per la via Turati, alle spalle del palco.

Dopo gli spari nessuno degli agenti e dei militari presenti sembra intervenire; ciò che è certo è che in piazza nonostante vi fossero i metal detector e gli agenti di polizia, non sembra che nessuno sia intervenuto per bloccare l’uomo. Nonostante il divieto imposto dal Comune di Palermo pare fossero in tanti coloro che indisturbati facevano esplodere botti. L’episodio è stato comunque ripreso dall’operatore della Tgr Sicilia della Rai e nel video si vede chiaramente una persona con una giacca rossa sparare in aria ed anche più volte.La polizia adesso ha aperto un’indagine sulla vicenda e proprio nella giornata di ieri, dalla Questura hanno fatto sapere di avere il video che permetterà loro di risalire all’identità dell’uomo. Ed infatti l’uomo è stato identificato e si tratterebbe di un giovane impiegato presso un bar nel capoluogo siciliano,il quale pare abbia acquistato la pistola scacciacani, il giorno precedente in un negozio di Palermo.

E’ un mistero come nessuno si sia accorto dell’uomo, della pistola e degli spari, visto che metal detector e forze dell’ordine presidiavano i varchi, erano presenti tiratori scelti e uomini di reparti specializzati di pronto intervento appartenenti alla Polizia e ai Carabinieri. Ciò che ci si chiede e come è possibile che nessuno si sia accorto di quanto accaduto in Piazza Politeama a Palermo? Fortunatamente la vicenda si è conclusa senza alcun ferito e soprattutto senza vittime. Il divieto dei botti di Capodanno sarà valido fino al 6 gennaio, e nessuno potrà sparare fuochi d’artificio, mortaretti e petardi. Il ministro dell’Interno, Marco Minniti, ha riunito al Viminale i vertici nazionali delle forze di polizia e dei servizi di Intelligence, per un aggiornamento sulla minaccia terroristica di matrice internazionale alla luce dei gravissimi fatti di Istanbul.

Indossa una giacca rossa e porta la cravatta a farfalla. Elegantissimo si aggira per una piazza Politeama a Palermo che festeggia, gremita da tanta gente, il 31 dicembre scorso l’inizio dell’anno nuovo. Poi improvvisamente, tra l’indifferenza dei passanti, impugna una pistola e spara una raffica di colpi in aria. Poi accende un petardo e lo fa esplodere, dopo avergli dato un calcio. La scena è stata ripresa e mandata in onda dal Tgr della Rai Sicilia scatenando le polemiche. Già, come è potuto accadere che quest’uomo sia riuscito a superare le zone di filtraggio per arrivare insieme ad altre persone alla zona del palco dove si esibivano Luca Carboni e Morgan. «Stiamo indagando per individuare chi ha sparato e abbiamo sequestrato le immagini», affermano gli investigatori. Ed è ora scattata la caccia all’uomo. Scorrendo le immagini pubblicate poi su alcuni siti si vede nitidamente il giovane che esplode una raffica di colpi tendendo il braccio in aria in sequenza, poi infila l’arma alla cintura sotto la giacca e sembra rispondere ad un messaggio al cellulare. Poi riprende la pistola e spara un’altra volta in aria. Alla fine si allontana imboccando insieme ad altri suoi amici, uomini e donne vestiti a festa, via Turati alle spalle del palco.

Tira fuori la pistola per ben due volte, sparando colpi in aria tra la folla. Avviene la notte di Capodanno, a Palermo, in strada, poco distante dal concerto in piazza Politeama, in una zona presidiata dalle forze dell’ordine. La scena è ripresa da un operatore della Rai e le immagini trasmesse dal Tg regionale della Sicilia. L’uomo A.V. 64 anni, poi si è presentato al Policlinico di Palermo con una ferita ad una mano, dichiarando ai medici di essersi fatto male mentre maneggiava un petardo. I sanitari hanno avvertito i carabinieri. Dopo poche ore è stata fatta luce su quanto accaduto. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.