Pisa, alla guida di una Panda investe e uccide la madre e la zia: 50enne arrestata per omicidio volontario

0

Una vera tragedia quella avvenuta a Volterra, in provincia di Pisa, dove nella giornata di ieri e nello specifico nel coso della mattinata, due donne, rispettivamente di 70 e 75 anni sono morte dopo essere state investite da un’auto. Le vittime, due donne di 70 e 75 anni, rispettivamente Angela Cuviello e Lucia Cuviello, risultano essere madre e zia di Daniela Marzetti, la cinquantenne con problemi psichici, che si trovava al volante dalla Fiat Panda che ha investito ed ucciso le due donne. Come abbiamo anticipato, l’incidente mortale è avvenuto nella mattinata di ieri, intorno alle ore 9.30 in via Ferrucci, non distante dal teatro romano nella cittadina in provincia di Pisa. La donna alla guida dell’auto, la Fiat Panda, è stata arrestata ed accusata di omicidio volontario dopo che il pm di turno della Procura di Pisa, Aldo Mantovani l’ha interrogata a lungo in ospedale, dove tra l’altro era stata trasportata perché in evidente stato di shock. Ci sarebbe anche un terzo ferito, ovvero un uomo di 54 anni il quale sembra essere completamente estraneo alle famiglie; l’uomo sarebbe rimasto coinvolto nell’incidente trovandosi nel posto sbagliato e nel momento sbagliato.

Soccorso, il 54enne è stato trasportato all’ospedale di Volterra, ma le sue condizioni di salute non sono state considerate gravi. Non sembra essere ancora chiara la dinamica dell’incidente, ma ciò che è evidente è che la donna al volante, ovvero Daniela Marzetti sapeva benissimo cosa stava facendo e per questo motivo è stata accusata di omicidio volontario.  Gli investigatori dovranno accertare se ha davvero investito la mamma e la zia di proposito e se, quando le ha travolte, era in grado d’intendere e di volere; in quest’ultimo caso, come è risaputo, la donna non sarebbe imputabile. “Siamo sconvolti Volterra è una città tranquilla, siamo colpiti da quanto accaduto”, ha dichiarato l’Assessore Paolo Moschi. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni oculari, sembra che l’incidente sia stato compiuto volontariamente da Daniela, che da tempo pare soffrisse di turbe psichiche con manie di persecuzione e accusava la madre e la zia di essere all’origine dei suoi guai, per questo motivo avrebbe deciso di farle fuori; la donna sposata e madre di un ragazzino di 13 anni, pare lavori all‘Ospedale di Siena come Oss e dopo essere stata ricoverata in stato di shock in ospedale è stata trasferita nel carcere Don Bosco di Pisa.

“Complottano contro di me, sono loro la causa dei problemi”, sarebbe questo lo sfogo della donna di 50 anni. “Una dinamica che getta nell’angoscia l’intera comunità volterrana”, è invece il commento del sindaco Marco Buselli. “Una doppia tragedia, cittadina e familiare, su cui le forze dell’ordine locali stanno portando avanti le proprie indagini. L’amministrazione esprime il proprio profondo cordoglio per il grave lutto e i migliori auspici di ripresa per il ferito, trasportato all’ospedale di Volterra”, è questo il messaggio di cordoglio dal Comune di Volterra.

Loading...

Rispondi o Commenta