L’avvalimento nelle gare d’appalto

L’avvalimento è un istituto introdotto recentemente nell’ordinamento italiano nel codice dei contratti, a seguito delle direttive comunitarie n. 2004/18 e 2004/17.

Sono due le procedure riguardanti questo istituto, che si rifanno l’una all’articolo 49 del codice dei contratti, l’altra invece all’articolo 50.
La prima, che se vogliamo è una disciplina generale, riguarda le gare di servizi, lavori, opere e forniture.

La seconda procedura riguarda, invece, specificatamente l’Avvalimento nel caso di operatività di sistemi di attestazione o di sistemi di qualificazione.

In entrambe le procedure, è fondamentale la dichiarazione da parte dell’impresa ausiliaria, di mettere a disposizione dell’impresa appaltante le risorse in cui è carente, nel secondo caso secondo l’articolo 50 del codice dei contratti, deve durare tutto il periodo di validità dell’attestazione SOA.

La ratio di questo istituto, è quella di permettere ad imprese che da sole non avrebbero le risorse necessarie per partecipare alla gara d’appalto, di utilizzare le risorse di un altro operatore, aumentando così la concorrenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.