Crisi: a Natale un italiano su due non arriva a fine mese

Solo il 51% degli italiani, nel 2014, arriva a fine mese; un italiano su due, infatti, non riesce ad arrivare alla quarta settimana del mese. Questo l’esito di un sondaggio natalizio della Confesercenti, che evidenzia come il 36% degli italiani non supera la terza settimana ed il 13% la seconda.

La tredicesima cambia, però, il bilancio economico delle famiglie e l’approccio ai regali di Natale: chi la percepisce, infatti, riesce a spendere il 2,6% in più della media degli italiani. La forbice si amplia sui giocattoli, scelti dal 52% dei beneficiari della mensilità in più; si conferma anche il divario per abbigliamento ed elettrodomestici. È boom per i profumi, scelti da ben il 42% degli italiani.

Ed è il ponte dell’Immacolata ad aprire la corsa ai regali: il 96% degli italiani, infatti, non rinuncerà all’acquisto di almeno un regalo, ma il 13% non potrà acquistarne. Chi si prodigherà in regali di natale risparmierà su parenti ed amici, e in secondo luogo sul partner. Confermato il mantenimento delle tradizioni per i più piccoli: solo il 5% degli italiani non farà regali ai bimbi, per proteggerli dalla crisi. Calano anche le spese per viaggi e regali fatti a se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.