Gli italiani di oggi sono cinici, impauriti e soli

Il Rapporto sulla situazione sociale del Paese 2014, redatto dal Censis, tratteggia i nuovi italiani come cinici, impauriti, soli e vulnerabili, contrariamente a come erano in passato gli abitanti del Bel Paese.

La crisi economica, infatti, ha causato un cambiamento dell’approccio degli italiani al prossimo. In genere la coesione sociale era un valore molto importante per gli abitanti del Bel Paese, ma le criticità presenti in alcune zone urbane non possono esser ridotte a semplici eccezioni: si ha un incremento ad 8 milioni di persone non utilizzate, tra inoccupati, non in cerca ma disposti a lavorare e tra privi di impiego od alternative.  Altro effetto è l’incremento della sensazione di vulnerabilità: il 60% egli italiani adesso è convinto che chiunque possa divenir povero, quasi come se si trattasse di un virus. Con il cinismo che arresta gli investimenti e i consumi, con il pensare a sè stessi come obiettivo primario.

Ma non è tutto: dei ben 4,7 milioni di italiani di giovane età che vivono soli, oltre un milione non riesce ad arrivare a fine mese, e ben 2,4 milioni vengono aiutati dalle famiglie di origine, con un forte incremento della separazione fra giovani e welfare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.