Fabrizio Corona ancora nei guai per colpa di una giornalista

Rischia grosso, Fabrizio Corona. L’ex manager dei paparazzi, condannato a oltre 13 anni di galera, potrebbe anche perdere i benefici che i giudici gli hanno concesso e tornare dietro le sbarre. Motivo: le accuse della giornalista Francesca Di Matteo, che lo ha avvicinato durante una delle sue ultime uscite. Corona l’avrebbe trascinata e le avrebbe sottratto il registratore. Un parapiglia dentro un negozio appena aperto a Monza, tanto che sul posto sono intervenuti i poliziotti e un’ambulanza. «Corona e io», sostiene la giornalista, «ci siamo salutati e gli ho chiesto come stava. Ma, appena ha visto il registratore che tenevo in mano mi ha preso il braccio trascinandomi per tre o quattro metri e urlando “Avvocato, avvocato!”». Alla donna, che dice di aver subito un’aggressione ed è ancora sotto shock, non è stato più restituito quel registratore. Tutto sarebbe accaduto in pochi istanti, alla presentazione di una linea di abbigliamento di Corona nel negozio dell’ex tronista di Uomini e donne Alessio Lo Passo.

Diceva di essere cambiato, ma…
Corona ha lasciato la prigione a giugno dopo aver scontato più di tre anni per una serie di reati: diceva di essere cambiato e ora è affidato ai servizi sociali. Il giudice però gli ha vietato di parlare con la stampa: se dovesse disobbedire potrebbe perdere la libertà controllata. «Questo beneficio è una misura alternativa al carcere: può essere revocato se il soggetto non rispetta la legge o le regole che gli ha imposto il giudice», spiega a Nuovo l’avvocato Daniele Bocciolini.
Di sicuro la presunta aggressione alla giornalista, che sta valutando se procedere con la denuncia per i reati di lesioni personali e rapina, non gioca a suo favore. «Non mi era mai capitato un episodio del genere», racconta lei, scossa.
Corona ti conosce da anni: avevate rapporti cordiali?
«Sì, certo. Appena è entrato nel negozio ci siamo salutati. Mi ha domandato per chi lavorassi… Ma quando ha visto il registratore è andato in tilt e mi ha chiesto: “Mi stai facendo un’intervista?”. Io ho risposto: “No”. Mi ha preso il registratore e mi ha tirata in uno stanzino, facendomi sbattere contro un bancone».
Avrà avuto paura?
«Non ero lì per tendere un tranello. Poco prima avevo fatto un’intervista al proprietario del locale e ad altri».
E poi che cosa è successo?
«Siamo tornati di là, ma non avevo più il registratore».
Chi lo aveva?
«Fabrizio. E lui che me lo ha preso dalle mani».
Glielo hai chiesto?
«Più volte. Ho detto al suo avvocato di cancellare le registrazioni e di ridarmelo, ma niente. Alcune signore mi hanno espresso solidarietà. Poi una guardia del corpo e una commessa mi hanno strattonata per buttarmi fuori». Per questo sono arrivate le forze dell’ordine?
«Sono state chiamate da chi ha visto la scena e, davanti ai carabinieri, Lo Passo, titolare del negozio, urlava che gli a- vevo rovinato l’evento e che dovevo ripagargli l’ospitata di Corona: 7 mila euro!».
Parole confermate anche da una testimone, la giornalista Laura Marinaro: «All’inizio lui era cordiale, ma quando si è accorto che lei aveva il registratore, glielo ha sottratto. Visibilmente agitato, l’ha strattonata fino al retro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.