Silvia Toffanin guarda lontano e sogna le nozze con Pier Silvio Berlusconi

Manca davvero poco per l’altare. Ad accorciare le distanze J tra il lungo fidanzamento e il giorno delle nozze di Silvia Toffanin e Pier Silvio Berlusconi è stata senz’altro la nascita di Sofia Valentina, la secondogenita della coppia, il 10 settembre scorso. Questo trapela dall’entourage della giornalista di Verissimo: la sorellina di Lorenzo Mattia avrebbe accelerato una decisione già nell’aria da tempo.

Il loro amore dura da quattordici anni.La coppia ha sempre dimostrato un grande affiatamento nei quattordici anni di unione. Lo testimoniano anche questi ultimi scatti durante una breve vacanza in Liguria. La Toffanin e Berlusconi si dividono con grande armonia i normali compiti di due genitori e c’è tanto amore in questo quadretto familiare.

Vorrebbero dirsi “Sì” in chiesa Adesso, però, per la coppia sarebbe scattato qualcosa di diverso. E l’idea è quella di regolarizzare la loro relazione in chiesa. Complice il desiderio – mai del tutto espresso dalla Toffanin – di voler andare all’altare con l’uomo della sua vita. Al grande passo ha contribuito anche il probabile assenso del papà di Pier Silvio: l’ex premier Berlusconi sembra voler mettere le cose a posto tra i suoi figli – succede con l’avanzare dell’età.

Il ragionamento, a questo punto, coinvolge la primogenita Marina, anche lei avuta dalla prima moglie di Silvio, Carla Dall’Oglio: ha sposato Maurizio Vanadia nel 2008, quando avevano già due bambini. E Pier Silvio, che adesso è nella stessa situazione, sentirebbe il bisogno di fare le cose per bene. Certo, lui ha pure una terza figlia, Lucrezia Vittoria, avuta dalla modella Emanuela Mussida 25 anni fa (e anche a lei andrà, per legge, una parte del patrimonio di Berlusconi).

Forse è anche per questo che la Toffanin desidera mettere le cose in chiaro per amore dei suoi bimbi. Così come il papà. Unico neo in tanta felicità la lettera aperta indirizzata a Pier Silvio (dal blog ilbiscionetv.it) che riporta critiche feroci alla gestione dell’azienda su tutti i fronti. Gli autori? Pare che siano proprio alcuni dipendenti Mediaset.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.