Santo Stefano Bologna, allerta caso Dengue via alla disinfestazione nelle strade fino il 14 agosto

Dopo la scoperta effettuata dall’U.S.L sono scattate subito le consuete procedure di profilassi come previsto nei protocolli regionali. La patologia infettiva ha un decorso benigno, con una fase acuta di una settimana, mentre dolori articolari possono persistere . Questi alcuni consigli dati hai cittadini dal comune di Bologna “secchi o contenitori con l’apertura rivolta verso l’alto, evitando in questo modo i ristagni idrici che possono essere oggetto di sviluppo larvale della zanzara tigre”.

Per bloccare la diffusione della dengue in Brasile hanno introdotto zanzare tigre geneticamente modificate abbattendo del 95% la popolazione di questi insetti, in Italia in una ventina d’anni con le disinfestazioni e i provvedimenti che ci ripetono ogni anno siamo passati da pochissime, isolate colonie ad un invasione diffusissima in gran parte del paese che rende infrequentabili molti luoghi e sempre più realistico il rischio dengue… non sarebbe ora di seguire l’esempio brasiliano?

Accertato un caso di Dengue, in un quartiere di Bologna, ovvero Santo Stefano. Per chi non lo sapesse, la dengue è una malattia infettiva che normalmente ha un decorso benigno con una fase acuta che dura all’incirca una settimana, anche se lascia dei dolori articolari anche per alcuni mesi. La terapia è di tipo sintomatico e serve soprattutto per diminuire i dolori. Una volta accertato il caso, sono state immediatamente attivate le misure di profilassi con la disinfestazione, effettuata tra la notte di oggi e quella di venerdì, di tutte le aree pubbliche attorno all’abitazione della persona colpita e con la rimozione di eventuali focolai larvali nelle aree private.dengue-2-wikipedia.org_

«Sono state immediatamente attivate le misure di profilassi: nelle notti tra l’11 e il 14 agosto si procederà con la disinfestazione delle aree pubbliche circostanti l’abitazione della persona colpita, comprendente le vie Cartoleria, Rialto, Castelata, Braina e parte di via Castiglione, e con la disinfestazione e rimozione di eventuali focolai larvali accedendo alle aree private», questo quanto spiegato in una zona da Palazzo D’Accursio.

«È indispensabile che i soggetti privati provvedano a trattare con specifici prodotti larvicidi i pozzetti e i tombini di raccolta delle acque piovane, eliminino l’acqua dai sottovasi e non vengano lasciati secchi o contenitori con l’apertura rivolta verso l’alto, evitando in questo modo il ristagni idrici che possono essere oggetto di sviluppo larvale della zanzara tigre», aggiunge Palazzo D’Accursio. E’ consigliato in questo momento che le persone provvedano a lavare i pozzetti ed i tombini di raccolto delle acque piovane, con prodotti larvicidi. 

2 commenti

  1. Per bloccare la diffusione della dengue in Brasile hanno introdotto zanzare tigre geneticamente modificate abbattendo del 95% la popolazione di questi insetti, in Italia in una ventina d’anni con le disinfestazioni e i provvedimenti che ci ripetono ogni anno siamo passati da pochissime, isolate colonie ad un invasione diffusissima in gran parte del paese che rende infrequentabili molti luoghi e sempre più realistico il rischio dengue… non sarebbe ora di seguire l’esempio brasiliano?

  2. Romeo Bellini

    Il riferimento all’esperienza in corso in Brasile è corretto ma può essere fuorviante per il lettore. Si tratta infatti di uno studio assai limitato con pubblicazione di dati non chiarissima e carente a causa delle implicazioni commerciali sottostanti. Va ricordato anche che la legislazione europea è molto restrittiva in merito all’impiego di organismi geneticamente modificati. Per quanto riguarda l’Italia è da ricordare che sono in corso da diverse anni studi volti alla valutazione della tecnica dell’insetto sterile mirati al controllo della Zanzara Tigre utilizzando però sistemi attualmente ammissi. Al momento i risultati non supportano il passaggio alla fase operativa su larga scala essenzialmente a causa dei costi ancora troppo elevati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.