Addio a B.B.King la leggenda del blues, morto all’età di 89 anni

E’ morto nella notte tra giovedì e venerdì colui il quale è stato definito il re del Blues, ovvero l’americano B.B.King, all’età di 89 anni. La notizia della sua morte è stata data direttamente dal suo legale, il quale ha reso noto che purtroppo da tempo ormai l’artista era malato di diabete e lo scorso mese era stato ricoverato a causa di un infarto.

«Raccoglievo cotone in Mississippi dal lunedì mattina al mezzogiorno di sabato, e al sabato pomeriggio andavo in città, all’angolo di una strada del centro. Se cantavo gospel, la gente si complimentava con me ma non sganciava un soldo, se suonavo il blues mi davano sempre una mancia e a volte mi pagavano anche una birra. Ero capace di tirar su anche cinquanta o sessanta dollari», aveva raccontato alcuni anni fa, spiegando il perchè aveva deciso di dedicare la sua vita al blues.

King, nella sua vita non si dedicò soltanto alla musica, perchè da ragazzo lavorò anche come contadino raccogliendo il cotone, ma ben presto scoprì di avere una grande dote, ovvero la voce e così cominciò a dedicarsi alla musica, che diventò il suo motivo di vita. Nel corso della sua carriera ha duettato con tanti, tantissimi artisti, come Buddy Guy, David Gilmour, Muddy Waters, Luciano Pavarotti, Richie Sambora, Phil Collins, Billy Ocean, Stevie Ray Vaughan, Etta James, Gladys Knight, James Brown, Jerry Lee Lewis, Little Richard, Ray Charles, Slash, John Mayer, Jeff Beck, Gloria Estefan, Roger Daltrey, Zucchero, Tracy Chapman, Mark Knopfler, Van Morrison, Aretha Franklin e tanti altri ancora. Una discografia abbastanza ricca quella di King, con 50 album e 15 Grammy Awards vinti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.