Al Bano, finita la paura per la mamma jolanda

0

Sono un uomo fortunato, per me Natale è tutti i giorni dell’anno». A parlare è Albano che non smentisce la I sua forza d’animo. Quella forza che ‘gli ha permesso di convivere con la I sparizione della figlia Ylenia, nel 1993, e di superare l’angoscia delle continue notizie sulla sua sorte che si rincorrono. L’ultima pochi giorni fa, quando un detective americano aveva creduto di aver riconosciuto Ylenia in una delle vittime di un serial killer: identificazione poi smentita dalla prova del Dna: «Mi auguro che quella che avevo annunciato come una bufala, e che si è rivelata tale, sia l’ultima. Ora basta», commenta il cantante.

È un Albano super impegnato quello di fine 2015 che ci dice addirittura di non sapere come passerà le Feste: «Ancora non so se riuscirò a essere a casa il giorno di Natale, perché fino al 23 sera sarò impegnato a lavoro». Ad aspettarlo a Cellino San Marco ci sarà tutta la famiglia al gran completo, compresa l’energica signora Jolanda, mamma del cantante. «Mia madre si è ripresa alla grande dall’intervento ai calcoli. Ora sta benissimo, è lei la vera roccia della famiglia. Sarà già impegnata nella preparazione del menù natalizio», ci confida. Ma per Albano il Natale è una ricorrenza che ha altri significati: «Ho la gioia di avere una grande famiglia. L’amore e il calore che ci lega fa sì che ogni giorno sia il 25 dicembre». E per queste festività, il cantante ha voluto fare un regalo speciale a chi è meno fortunato. Vite coraggiose è l’inno che Albano ha composto per l’ospedale Bambino Gesù di Roma, brano inserito in un omonimo album che contiene all’interno altre nove canzoni. Il ricavato della vendita andrà a favore della ricerca delle malattie rare.

D’altronde la musica è il modo con il quale Albano riesce meglio ad esprimere le proprie emozioni. «Faccio il mestiere più bello del mondo. Non sarei capace di fare altro e sin da bambino sognavo di cantare. Canto e vivo con passione e credo questo la gente lo senta», racconta. Il 2016 poi si annuncia ricco di impegni: prima di tutto un tour che lo porterà dall’ America alla Germania». Il 20 gennaio poi inizierà, su Raiuno Così lontani così vicini, condotto insieme a Romina Power. «Io e Romina proviamo a distanza, raramente riusciamo a vederci», aggiunge, quasi a voler disilludere i nostalgici che, dall’apparizione della coppia nell’ultimo Festival, continuano a sperare in ritorno di fiamma tra i due.

Quest’anno invece a Sanremo Albano non ci sarà. Ma non manca di dare un giudizio sullo spettacolo: «Carlo Conti», dice, «ha dimostrato un grande talento non solo come presentatore, ma anche come direttore artistico. Ha scelto sapientemente i venti interpreti da mandare in gara». E rivela: «Tornerò a Sanremo nel 2018, ma come concorrente. E un’adrenalina indescrivibile gareggiare con la propria canzone. Io vivo per cantare».

Rispondi o Commenta