Albero di Natale vietato negli uffici postali: ecco le dichiarazioni di Salvini e Nastri

0

Il Natale è ormai alle porte e in tutte le città vengono allestiti tutti quegli addobbi che contribuiscono a rendere magico tale periodo. Agli uffici postali però non sarà possibile allestire l’amatissimo albero di Natale e, a lanciare la notizia attraverso il proprio profilo Facebook è stato nello specifico il celebre politico italiano, deputato ed europarlamentare, segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini il quale, per essere più chiari, ha reso pubblica una e-mail arrivata da Roma a tutti gli uffici postali.

Ecco quanto scritto in tale e-mail “Purtroppo, al fine di uniformare su tutto il territorio nazionale l’immagine aziendale, non è possibile allestire l’albero di Natale presso gli Uffici Postali… Sarà comunque possibile augurare buone feste con la locandina appositamente predisposta”.

Matteo Salvini ha però aggiunto quello che è il suo pensiero in merito, scrivendo sempre attraverso il proprio profilo Facebook “Svendono le Poste e vietano il Natale! Roba da matti”. Una notizia questa che non ha lasciato indifferente neppure l’On. Gaetano Nastri, il quale ha nello specifico espresso tutto il suo stupore e il suo rammarico in merito a tale vicenda e soprattutto in merito alle motivazioni fornite.

Le Poste parlano di realizzazioni “ingombranti”, addobbi che “ostruivano l’accesso”, di alberi ognuno diverso a seconda dell’ufficio. Ebbene, mi pare che siano argomentazioni pretestuose, che nascondono la volontà di non mettere in evidenza simboli della nostra tradizione, magari con l’intento di non “offendere” i cittadini di altre religioni“, ha commentato il deputato. Nastri considera questo un fatto molto grave che va contro quelle che sono le nostre tradizioni.

Rispondi o Commenta