Alghe e insetti a tavola nel piatto degli europei, il sì da Strasburgo sul novel food

Sui nuovi alimenti, identificati come ‘novel food‘, la plenaria del Parlamento europeo ha approvato in prima lettura l’accordo che prevede una semplificazione delle procedure di autorizzazione. Con la conseguenza che, in caso di ok da parte dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), presto sarà possibile portare in tavola alghe, vermi, insetti, scorpioni, larve ed anche nuovi coloranti, nanomateriali e cibi prodotti in laboratorio.

‘Il Parlamento non è stato all’altezza delle preoccupazioni degli europei’, hanno intanto messo in risalto al Parlamento europeo i Verdi che sono usciti sconfitti dalla battaglia per l’approvazione degli emendamenti. Gli insetti sono allora davvero il cibo def futuro dopo che, tra l’altro, durante l’Expo c’è stata la prima degustazione con tanto di chef?

Staremo a vedere anche perché, come detto, sarà l’Autorità europea per la sicurezza alimentare a valutare caso per caso se un alimento abbia o meno un effetto sulla salute umana. Il via libera all’accordo nel Parlamento Ue non si può dire tra l’altro che sia stato approvato all’unanimità visto che a fronte di 359 voti favorevoli ci sono stati ben 202 voti contrari e 127 astenuti.

Quella approvata dal Parlamento Ue è una revisione del regolamento sui nuovi prodotti alimentari che risaliva al 1997 e che ora prende in considerazione nuove tecniche di realizzazione degli alimenti, sempre previa autorizzazione, ed anche un’aggiunta degli alimenti stessi con il ‘rischio’, per chi ama la dieta mediterranea, di veder portare in tavola come sopra detto alghe, vermi, insetti, scorpioni, larve e pure nuovi coloranti, nanomateriali e cibi prodotti in laboratorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.