Allarme terrorismo in Italia,il Ministro Alfano annuncia l’espulsione di un marocchino che viveva a Milano

Allarme terrorismo in Italia e come negli altri paesi europei le forze dell’ordine sono all’opera per cercare di sgominare presunti terroristi, anche nella nostra penisola, le forze dell’ordine stanno lavorando per cercare di intercettare “presunti” terroristi. Nella giornata di ieri il Ministro dell’Interno Angelino Alfano ha comunicato all’avvenuta espulsione di un marocchino di 35 ani che viveva a Milano. “Si tratta di un soggetto pericoloso per la nostra sicurezza nazionale. Con quello di oggi gli espulsi dalla fine dello scorso anno sono diventati 61”, ha precisato il Ministro Alfano.

“Con quello odierno gli espulsi dalla fine dello scorso anno sono diventati 61. Un soggetto a nostro avviso pericoloso per la sicurezza nazionale. Meglio il rimorso di aver espulso uno che non era un radicalizzato piuttosto che tenere in casa uno che magari ti mette una bomba.

Schediamo tutti”, ha ancora aggiunto il Ministro Alfano. L’esponente del Governo, ormai da parecchi giorni continua a ribadire il fatto che in Italia il rischio attentati è pari a zero, proprio perchè il Paese avrebbe lavorato a lungo proprio per evitarli.

“Nuove leggi per fronteggiare terroristi? Io ho firmato un decreto antiterrorismo a inizio anno: prima nel nostro ordinamento non era considerata la punibilità dei foreign fighters. Abbiamo esteso i controlli di mafia a sospettati di terrorismo; ora si possono oscurare anche i siti dove vengono veicolati messaggi di terrorismo”, ha aggiunto Alfano. Nei giorni scorsi, intanto, sempre nel nostro paese era stato espulso un tunisino che viveva in Brianza e che aveva dichiarato di essere pronto ad uccidere la moglie per impedirle di convertire i propri figli al Cristianesimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.