Allerta attentati, il ministro Gentiloni:” L’Isis è in difficoltà, jihadisti pronti a colpire ancora”

0

Continua la lotta al terrorismo in tutta Europa ed anche in italia e dopo le ultime indiscrezioni trapelate dalla polizia austriaca riguardo la possibilità di nuovi attentati entro Capodanno, l’allerta è arrivata a livelli altissimi. Sulla situazione nazionale è intervenuto nella giornata di ieri il Ministro Paolo Gentiloni il quale ha rilasciato importanti dichiarazioni.

La polizia austriaca parla di persone che sono state segnalate. Non trasformerei questo in nulla di più o di meno rispetto allo scenario in cui siamo da mesi: nulla di più perché non ci sono informazioni precise su luoghi, date, dettagli particolari.

Nulla di meno perché in Italia come in Europa tutti abbiamo ben chiaro quello che Daesh e i suoi accoliti hanno compiuto e possono compiere. Lavoriamo per la sicurezza, senza lasciarci fuorviare. Sappiamo bene che proveranno a colpire ancora”, ha dichiarato il Ministro.

Gentiloni ha anche deciso di commentare anche il nuovo audiomessaggio diffuso dall’Isis per conto del Califfo Abu Bakr Al-Baghdadi, che dopo sette anni è tornato a minacciare l’Europa annunciando nuovi attentati.” Al-Baghdadi vuole esibire forza in un omento che invece è di vera difficoltà militare. Dopo aver perso Sinjar il gruppo terroristico adesso è accerchiato a Ramadi. Certamente Daesh non va sottovalutato, la sfida sarà lunga, ma l’azione della comunità internazionale è diventata più efficace”, ha dichiarato il Ministro Gentiloni. Il capo della diplomazia italiana inoltre ha aggiunto: “In Italia come in Europa tutti abbiamo ben chiaro quello che Daesh (la sigla araba di Isis, ndr) e i suoi accoliti hanno compiuto e possono compiere. Lavoriamo per la sicurezza, senza lasciarci fuorviare. Sappiamo bene che proveranno a colpire ancora”.

Rispondi o Commenta