Allerta terrorismo alla Scala di Milano, in scena la prima con Giovanna D’Arco

Nella giornata di ieri è andata in scena la prima al Teatro alla Scala, mentre fuori la città è rimasta blindata per tutto il giorno. Ieri sera è andata in scena Giovanna D’Arco di Giuseppe Verdi alla Prima di Sant’Ambrogio, il patron di Milano, festeggiato proprio nella giornata di ieri. Tantissimi uomini e mezzi si sono concentrati all’esterno del Teatro e nello specifico tra Via Case Rotte e Piazza San Fedele; tante le transenne posizionate per evitare che i passanti e soprattutto i manifestanti potessero in qualche modo dar fastidio ai tantissimi personaggio che via via andavano arrivando per presenziare alla prima.

Scattato l’allarme terrorismo già da alcune settimane, quando in seguito agli attentati di Parigi l’FBI aveva annunciato che presto ci sarebbero stati attentati anche in Italia e che quella di ieri sarebbe potuta essere un’occasione.

«La Scala è stata definita a rischio dall’Fbi, le misure di sicurezza mi sembrano opportune», ha dichiarato nella giornata di ieri il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni proprio mentre stava entrando al Teatro alla Scala di Milano.Tra i presenti anche il Premier Matteo Renzi, il quale è arrivato in compagnia della moglie Agnese.

“Non dobbiamo sottovalutare niente, ma non ci faremo rinchiudere in casa. Sarebbe la risposta più sbagliata a ciò che sta avvenendo.Siamo orgogliosi di essere qui”, ha dichiarato il Premier, sceso dalla sua auto entrando al Teatro per assistere allo spettacolo.”Bisogna garantire la sicurezza dei cittadini con tutte le misure e le risorse ma contemporaneamente continuare a vivere ed evitare che la paura lo impedisca”, ha invece dichiarato il Ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.