Anagrafe nazionale: in arrivo nel 2016 ” Cittadino digitale” in sperimentazione in 27 comuni italiani

Entro il 2016 arriverà l’Anagrafe nazionale della popolazione residente, che consentirà di avere un archivio unico in tutto il territorio nazionale italiane. E’ stata l’Agenzia delle Entrate a dare il via alla sperimentazione dell’Anagrafe nazionale della popolazione; in questo modo verranno unificate le varie anagrafi locali, e si provvederà, dunque, a dare il via al domicilio digitale ed alla famiglia anagrafica e di fatto.

Rossella Orlandi, la direttrice generale dell’Agenzia delle Entrate, ha dichiarato:“Una volta che tutti i Comuni saranno entrati nel sistema, le informazioni anagrafiche saranno complete, standardizzate e prive di duplicazioni. Ciò in quanto i dati su questi eventi arriveranno all’Anagrafe tributaria non più dalle singole anagrafi comunali, ma direttamente da quella nazionale.Attualmente, grazie a questo dato, attribuiamo il codice fiscale, garantendo la qualità dei dati immessi, e inviamo direttamente a casa la tessera sanitaria, senza che il cittadino si rechi nei nostri uffici. Si tratta già di un ottimo servizio, ma l’auspicio è che, con il nuovo sistema, il flusso delle dichiarazioni di nascita, dalle strutture sanitarie ai Comuni competenti alla registrazione, sia ancora più rapido“, ha aggiunto Orlandi.

La sperimentazione dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente verrà sperimentato in 27 comuni tra cui Roma,Milano e Torino; l’operazione nello specifico proseguirà a gennaio 2016, con il subentro di altri 24 comuni che già parteciparono alla sperimentazione.Una volta che tutti i comuni entreranno nel sistema, tutte le informazioni anagrafiche saranno complete; in questo modo i dati arriveranno all’Anagrafe Tributaria non più dalle anagrafi comunali ma da quella nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.