Andare in bici migliora la vita dell’uomo, fa bene al cervello ed anche alla vista

0

Che lo sport faccia bene all’uomo non è di certo una novità,ma adesso un nuovo studio sottolinea il fatto che oltre a far bene al cuore ed al fisico in generale, l‘attività fisica può aiutare a migliorare la vista. Lo studio in questione è stato condotto da un team di ricercatori dell’Università di Pisa e dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr, studio pubblicato poi sulla rivista CUrrent Biology. I ricercatori guidati da Claudia Lunghi e Alessandro Sale hanno prestato maggiore attenzione al fenomeno chiamato rivalità binoculare, ovvero un fenomeno che regola la percezione di segnali diversi dei due occhi.

Lunghi e Sale, a tal riguardo dichiarano:” Abbiamo testato, gli effetti di due ore di bendaggio di un occhio su 20 soggetti adulti in due diverse condizioni sperimentali:in una i soggetti stavano seduti durante le due ore di bendaggio, mentre nell’altra pedalvano su una cyclette”.

Sembra che una modesta attività ciclistica possa riuscire a potenziare la vista, apportando un miglioramento. Nei test, bendando un solo occhio dei volontari coinvolti, i due ricercatori hanno potuto dimostrare che coloro i quali si sottoponevano a sedute di allenamento su cyclette, ottenevano vantaggi importanti in termini di elaborazione delle immagini rispetto all’altro gruppo i cui soggetti nel corso dell’esperimento non avevano svolto alcuna attività fisica.

In poche parole, dunque, andare in bici spinge sia gli occhi che il cervello verso uno sforzo visivo che migliora la funzionalità e la capacità di elaborazione. “Questo studio rappresenta la prima dimostrazione degli effetti dell’attività motoria sulla plasticità del sistema visivo e ci porta a considerare l’esercizio fisico non solo come un’abitudine salutare, ma anche come un aiuto per il cervello a mantenersi giovane”,dichiarano i ricercatori.

Rispondi o Commenta