Andrew Pulsipher, lui positivo all’ HIV moglie e figli no

Andrew Pulsipher, un uomo di 33 anni di Pheonix gli è stata diagnosticata sieropositiva dalla nascita. Il ragazzo ha contratto il virus dai suoi genitori che sono morti poco dopo la sua nascita.
Pulsipher recentemente ha  pubblicato una foto su Facebook la quale è diventata virale sulla rete dei social network, per motivare le persone sieropositive in condurre una vita normale, ma ancora più importante, nel tentativo di far capire alle persone di non isolare chi è malato di HIV.

La foto è una provocazione chiarissima che mostra un uomo sieropositivo con la sua famiglia  mostrando che è possibile avere una normale, avere una vita reoglare e spensierata, anche con il virus potenzialmente mortale nel suo sistema immunitario.

Dopo aver avuto un infanzia normale, Pulsipher ha deciso di avere una famiglia normale, poco dopo ha incontrato sua moglie Victoria, che non si allontanata pur  sapendo che Andrew aveva l’HIV.

 ha detto Victoria. “E questo è stato bene con me, perché lo amavo e volevo stare con lui.”

La percezione generale di un individuo sieropositivo, non è come chi ha AIDS. L’ AIDS o sindrome di immunodeficienza acquisita è un effetto dell’HIV che può distruggere il sistema immunitario fino alla morte.
Se controllato, contrarre l’HIV non può alterare il modo di vivere di nessuno. Andrea, che ha trascorso la maggior parte della sua vita, senza nemmeno farlo sapere a nessuno, ha postato questa fotografia su Facebook per rompere questo stigma legato alle persone sieropositive.
Dal loro matrimonio, Andrea e Victoria hanno avuto quattro figli con il processo di fecondazione, tutti i test negativo per il virus.

“Si può vivere una vita normale con l’HIV, seguendo le terapie e tenendo la malattia sotto controllo. Io ne sono la prova. Voglio educare le persone a non pensare al solo fatto di avere la malattia ma a come poter vivere una vita normale con l’HIV. Spero che una foto come questa possa dimostrare a migliaia di persone che è possibile avere una famiglia”. scrive Andrew.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.