ApneaApp, ecco l’applicazione che svela le apnee notturne

0

L’Apenea nel sonno, secondo molti specialisti comporta il rischio di ammalarsi di diabete o di ipertensione. Purtroppo, nel mondo sono milioni le persone a soffrire di questo disturbo, fino ad oggi per sapere se si soffre di apnee notturne bisogna rivolgersi all’ospedale per effettuare un esame specifico.

Questo tipo di apnee avvengono durante la notte, sono molto pericolose perché si rimane temporaneamente senza respirazione, tutto ciò comporterebbe un rischio elevato la nostra salute, può provocare forti mal di testa, perdita di concentrazione e aumentare il rischio di malattie cardiovascolari.
L’esame richiesto è abbastanza pesante, privatamente è assai costoso, mentre usufruendo del servizio sanitario nazionale bisogna aspettare la lista d’attesa.

Oggi giorno grazie alle nuove tecnologie, arriva in nostro soccorso un’applicazione per smartphone chiamata ApneaApp.
Questo tipo di applicazione in via ultrasuoni attraverso il microfono i quali raggiungono il corpo della persona per poi tornare indietro così facendo possiamo avere informazioni sulla respirazione e i movimenti dei vari organi del corpo.

Si effettua una selezione dei diversi suoni in particolare per isolare le informazioni sulla respirazione e sulla conversazione, questa selezione permette di distinguere tre diversi tipi di apnea: centrali (rare, quando cervello rilascia gli ordini ai muscoli respiratori), ostruttiva (comune quando le vie aeree sono bloccate) e ipopnea (diminuzione amplitur delle vie respiratorie durante la notte).

Questa applicazione compatibile con gli smartphone Android.

I primi test di successo

Un primo studio clinico è stato condotto su 37 pazienti, alcuni dei quali erano affetti da apnea del sonno. Situato sul bordo del letto a un metro del dormiente, lo smartphone ha ricevuto più di 300 ore di informazioni sui diversi tipi di apnea del sonno. Il tasso di respirazione durante la notte ha permesso di classificare quattro categorie: no apnea, apnea mite, apnea media, apnea grave.

Il verdetto di applicazione si è rivelata il 95% affidabile come le macchine utilizzati negli ospedali. Una di marketing pubblico è previsto entro due anni.

Rispondi o Commenta