Aria condizionata:si all’aria fresca ma con cautela, attenzione ai rischi

0

Si è vero il caldo fa brutti scherzi e sopportarlo è davvero difficile per tantissime persone che ricorrono all’uso dell’aria condizionata che può alleviare le sofferenze. Purtroppo il fresco prodotto dall’aria condizionata quando supera certi limiti può celare diverse insidie e questo è quanto confermato da uno studio pubblicato da In a Bottle e basato sul parere di 60 esperti tra medici e nutrizionisti.

Secondo lo studio in questione,a causa dell’aria condizionata sarebbero a rischio sbalzo termico circa il 69% della popolazione;a questo si aggiungono altre insidie, come un’alimentazione poco bilanciata ed una cattiva organizzazione che possono davvero causare problemi di salute molto fastidiosi. Ritornando all’aria condizionata, sembra i danni più frequenti provocati dalla stessa siano laringiti, faringiti, disidratazione ed alterazione delle vie respiratorie. A tal riguardo, è intervenuto Fabrizio Pregliasco, il virologo dell’Università di Milano il quale ha dichiarato:“Bisogna stare attenti agli sbalzi termici, in particolare se mettiamo il versante delle infezioni respiratorie. Se c’è un passaggio drastico dal freddo al caldo e viceversa la barriera protettiva può essere facilmente superata e rischiare alcuni disturbi come laringiti, faringiti e bronchiti”.

Gli esperti, dunque, hanno voluto dare alcune dritte per affrontare l’esodo estivo in tranquillità, cercando di evitare le situazioni a rischio, cominciando dall’evitare eccessi alimentari preferendo pasti leggeri e sicuramente molto ricchi di frutta e verdura.Bisogna fare molta attenzione agli sbalzi termici, in quanto la differenza tra la temperatura interna ed esterna non deve mai essere superiore ai 10 gradi, e di conseguenza troppa aria fredda non fa altro che produrre un ambiente secco ed accelera il fenomeno della disidratazione. Gli esperti, inoltre, consigliano di bere molta acqua, per mantenere il corpo idratato.

Rispondi o Commenta