Armin Holzer addio, muore il campione e recordman di sport estremi dopo lancio con il parapendio

0

Il mondo degli sport estremi è in lutto dopo la morte di Armin Holzer a causa di un incidente dopo che si era lanciato con il parapendio. La disgrazia è avvenuta al confine tra l’Alto Adige ed il Veneto, ed in particolare sul Monte Piana dove Armin Holzer, 28 anni di Sesto Pusteria, in Provincia di Bolzano, si era lanciato con un amico che invece è rimasto incolume.

In accordo con le ricostruzioni effettuate dal soccorso alpino, Armin Holzer subito dopo il lancio ha perso il controllo della vela andando a finire contro le rocce. Il primo a tentare di soccorrerlo è stato proprio l’amico, che si era lanciato con il proprio parapendio da competizione, e che era atterrato senza problemi, ma essendo il punto inavvicinabile ha tempestivamente chiamato i soccorsi. Purtroppo però per Armin Holzer non c’era più nulla da fare quando è arrivato l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore.

Pochi giorni fa, proprio tra le strette gole del Monte Piana, Armin Holzer su Facebook aveva postato un video di una discesa da brivido, quella effettuata attraverso il cosiddetto speedriding che è una combinazione tra lo sci ed il parapendio.

Il 28-enne era infatti un esperto di sport estremi riuscendo a praticare un po’ di tutto, dallo sci allo snowboard e passando per l’arrampicata sempre e solo fuori pista. La sua specialità era però la cosidetta slackline, che consiste nel camminare su una ‘corda’ tra le gole e le cime delle montagne e, nelle zone abitate, tra un grattacielo e l’altro.

Rispondi o Commenta