Arrestato il complice del medico che si finse paraplegico per incassare l’invalidità

Vi ricorderete sicuramente la vicenda raccontata lo scorso mese di febbraio che ha avuto come protagonista un medico iraniano 56enne arrestato lo scorso febbraio dopo che si era finto un paraplegico soltanto per poter incassare l’invalidità. Ad oggi, a distanza di alcuni mesi, è stato arrestato il complice del medico iraniano, e si tratterebbe di un italiano di 57 anni.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri del Nas di Torino che hanno eseguito a suo carico un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, che tra l’altro da quanto emerso è stata emessa dal Gip Agostino Pasquariello su richiesta dei pm Antonio Rinaudo ed Andrea Padalino, titolari dell’indagine.

L’uomo aveva inscenato una brutta caduta dalle scale all’interno dell’ospedale nel 2012 e per questo motivo aveva percepito già quasi 500 mila euro indebitamente e tanti altri avrebbe dovuto riceverne per un qualcosa che fondamentalmente non è mai avvenuto. Dopo una serie di segnalazioni ed una denuncia pervenuta dall’azienda ospedaliera, i carabinieri hanno smascherato l’uomo che non avendo alcun tipo di problema fisico conduceva la sua vita molto tranquillamente.Una volta arrestato il medico, le indagini sono comunque andate avanti ed infatti hanno portato ad oggi all’arresto di un 56enne, che lo avrebbe aiutato nella sua messa in scena; il medico per ripagarlo avrebbe versato sui conti dello stesso un assegno da 100 mila euro. L’uomo lo avrebbe aiutato, dunque aiutato nella messa in scena, fungendo da badante ed assistente durante le visite di controllo e poi finite lo riaccompagnava a casa e se ne andava.L’uomo dunque è stato arrestato e condotto al carcere Le Vallette. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.