Attenzione all’alcool per i futuri papà, danni al sitema nervoso del figlio

0

Da una ricerca del CNR vi è nata una regola di comportamento assai importante, per chi ha in procinto l’idea di diventare papà. Uno studio dell Ibcncnr di Roma ha infatti scoperto l’influenza dell’alcool sul DNA paterno, tale traguardo ci conferma l’incidenza negativa dell’esito della gravidanza del feto, se il papà del futuro nascituro fa uso di sostanze alcoliche.

Quindi adesso oltre alle mamme, anche papà che vogliono avere un bimbo devono prestare attenzione al bicchierino di troppo. Lo studio svolto a a proposito di tale comportamento, ossia quello di fare costantemente uso di alcool da parte del padre del nascituro aumenta l’assunzione di alcol nell’età adulta del figlio.

Secondo i dati emersi l’assunzione di sostanze alcoliche, mette in pericolo il cervello del bimbo questo fa sì che lo sviluppo della zona del sistema nervoso centrale sia influenzata negativamente, l’alcool incide sul fattore Ngf, e sul Bdnf, questi due fattori uniti tra loro creano la chiave del danno indotta dall’abuso di alcool. Sicuramente l’alcool influenza DNA del padre sia in maniera diretta sia maniera indiretta, sia con mutazioni come con meccanismi epigenetici.

Questi aspetti sono ancora oggi causa di studio e approfondimento della materia da parte degli scienziati, un punto sicuro che dalla ricerca emerge che l’esposizione paterna di un uso malsano di alcool, sensibilizza sul figlio gli effetti gratificanti dell’abuso di tale sostanza in età adulta, favorendo una predisposizione nell’assunzione di tale sostanza alcolica.

Rispondi o Commenta