Allarme Oms: bacon, hamburger, carne rossa e salsicce nella lista dei cibi cancerogeni

I lavorati industriali a base di carne rossa sono considerati da parte dell’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità, dei cibi cancerogeni al pari del fumo, dell’amianto e dell’arsenico. A rivelarlo, in accordo con fonti interne all’Oms non meglio identificate, è stato il Daily Mail, il che significa che nella lista dei cibi cancerogeni rientrano per esempio il bacon, le salsicce e l’hamburger.

L’Organizzazione mondiale della Sanità, stando sempre alle indiscrezioni riportate dal Daily Mail, avrebbe inserito nella lista dei cibi cancerogeni pure la carne rossa fresca sebbene questa venga considerata rispetto ai prodotti industriali lavorati ‘lievemente meno pericolosa‘.

Nei prossimi giorni si attendono in merito le conferme ufficiali da parte dell’Oms che sta aggiornando le linee guida dandone incarico all’Agency for Research on Cancer che è sempre interna all’Organizzazione mondiale della Sanità. Se in effetti bacon, hamburger e salsicce saranno indicati come cibi a rischio cancro, allora potrebbero esserci ripercussioni negative sull’industria della carne ed anche sulle catene di fast food in quanto a seguire poi verrebbero introdotte nuove regole ed anche nuove etichette alimentari.

Quella relativa al consumo di carne rossa, associata al rischio di cancro all’intestino, è una questione che oramai è al centro dell’attenzione da parecchi anni anche perché sono spesso i processi di lavorazione industriale della carne stessa che rendono poi il prodotto poco salutare. Non resta quindi che attendere una posizione ufficiale dell’Oms in merito con i produttori e con le catene di fast food che sono le prime ad essere direttamente interessate a possibili novità.

Dice il professor Umberto Veronesi: “È ormai comprovato che chi si alimenta di prodotti animali si espone ad un rischio maggiore di contrarre diversi tipi di patologie. Corre infatti in media il 30% di rischio in più di contrarre molti tipi di tumori, come quello al seno, al colon, alla prostata, al pancreas, alla vescica e ai polmoni. Un”alimentazione carnea induce ad un maggiore rischio di contrarre malattie metaboliche, disturbi cardiovascolari legati al livello di colesterolo nel sangue, infarti, diabete ed obesità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.