Banda armata di rumeni in stato di fermo a Roma, la vittima li riconosce dopo 4 giorni

0

Subire una rapina da una banda armata di bastoni, e poi rivedere dopo qualche giorno per strada i suoi aggressori. E’ successo a Roma ad un cittadino che, il giorno di Ferragosto, aveva subito una rapina con tanto di aggressione e di botte in quanto erano stati in tre ad accerchiarlo per derubarlo, ed in particolare per portagli via il portafogli ed il tablet. Dopo l’aggressione l’uomo aveva dovuto far ricorso alle cure mediche a causa delle contusioni riportate un po’ su tutto il corpo.

Quattro giorni dopo, in Piazza San Giovanni, l’uomo passeggiando ritrova e rivede a sorpresa i suoi assalitori, e non senza qualche timore e paura, come succederebbe a tutti in queste circostanze, decide di chiamare immediatamente la polizia.

In accordo con quanto riportato dal sito Internet del Quotidiano ‘Il Messaggero’, l‘uomo ha seguito per un po’ i suoi aggressori, giusto il tempo per comunicare attraverso il 113 con le forze dell’ordine, e per indicare la propria posizione e quella dei rapinatori.

Insomma, l’uomo ha un po’ pedinato i tre rapinatori, tre cittadini di origini rumene senza fissa dimora, dopoché sono arrivati gli agenti della Polizia che hanno accompagnato i tre rumeni al Commissariato.

Le accuse per i tre sono di rapina aggravata, e considerando che già due di questi avevano dei precedenti, immancabilmente è scattato il fermo di polizia giudiziaria non solo in forza ai gravi indizi di colpevolezza, ma anche in ragione del rischio e del pericolo di fuga qualora fossero stati rilasciati dopo l’identificazione.

Rispondi o Commenta