Bari: muore per cotone lasciato nel cervello durante un intervento, condannati tre medici

Sta facendo molto discutere il caso di una donna di 47 anni della provincia di Bari morta a causa di un pezzo di cotone dimenticato nel corso di un intervento al cervello e mai rimosso. Ecco nello specifico quanto accaduto.

La donna di nome Franca Spinosa, originaria di Monopoli, nell’aprile del 2008 venne operata al cervello presso l’ospedale Carlo Besta di Milano ma purtroppo una “terribile e inaccettabile” dimenticanza avvenuta nel corso di tale delicatissimo intervento è costato la vita alla donna che è morta a soli 47 anni, Franca Spinosa, nello specifico, è stata sottoposta ad un delicatissimo intervento di asportazione di meningioma endoventricolare ma ecco che quando tutto sembrava andare per il meglio la situazione è improvvisamente degenerata portando così la giovanissima quarantasettenne Franca Spinosa a presentare alcuni particolari disturbi che, giorno dopo giorno, l’hanno sempre più condotta verso la morte avvenuta, per essere più precisi, il 9 giugno del 2008.

La donna nello specifico, dopo essere rientrata a casa, ha iniziato ad accusare mal di testa e vomito talmente forti da costringerla al ricovero presso il Policlinico di Bari ma ecco che pochi giorni dopo la sua situazione è degenerata portando la donna alla morte.

Al termine del processo di primo grado sulla morte della donna quarantasettenne della provincia di Bari sono stati condannati due neurochirurghi del Policlinico, accusati di non essere stati in grado di riconoscere le cause del disturbo e condannati nello specifico a quattro mesi di reclusione (pena sospesa) per omicidio colposo oltre che al risarcimento dei danni nei confronti della famiglia della vittima, mentre invece, altri quattro medici sono stati assolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.