Belgio allarme terrorismo, si cercano dieci kamikaze armati di Kalashnikov

Non si placa la tensione e la paura in Belgio, dove le forze dell’ordine ormai da giorni sono ancora in cerca di 10 potenziali terroristi armati di armi pesanti, pronti a farsi esplodere da un momento all’altro. I terroristi, in realtà, sono ricercati dalle ore successive al blitz di Bruxelles, che hanno cercato di dare una svolta alle indagini per stringere il cerchio attorno ai presunti kamikaze.

” Siamo alla ricerca di dieci individui.I ricercati disporrebbero di fucili Kalashnikov o persino di più, mentre la maggior minaccia sarebbe per negozi e centri commerciali”,ha dichiarato il Ministro degli Esteri belga, Didier Reynders. “Le scuole e la metro sarebbero meno suscettibili di essere obiettivi, ma dobbiamo comunque assicurare bene la loro sicurezza”, ha aggiunto il Ministro.

Intanto a Bruxelles dopo quattro giorni riaprono le scuole, anche se in molti sono rimasti a casa, assenza definite “da paura” dal Ministro dell’Istruzione Joelle Milquet.Riaperte anche le linee della Metro, anche se 35 stazioni su 69 sono rimaste chiuse per mancanza di sorveglianza armata, nonostante fossero arrivati 300 poliziotti e 200 soldati a rinforzo nella città.Prevista la riapertura anche di alcuni grandi centri commerciali come Ikea a Anderlecht e la galleria la Toison d’Or, non lontana dal Palazzo reale di Bruxelles.

E’ ancora caccia a Salah Abdeslam, il principale sospettato ed il principale ricercato d’Europa responsabile degli attentati di Parigi del 13 novembre; i ricercati sarebbero due, visto che oltre a Salah, è stato avviato un mandato di arresto internazionale anche per Mohamed Abrini, 30 anni intercettato in compagnia proprio di Salah. Gli inquirenti parlano di lui come un uomo atletico, armato e pericoloso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.