Belgio, poliziotti impegnati in orge e festini durante l’allarme terrorismo

0

Orgie all’interno una stazione di polizia vicino a Molenbeek, nei giorni di massima allerta a Bruxelles in seguito agli attentati di Parigi lo scorso mese di novembre. La notizia è stata diffusa da Le Monde; sarebbero circa otto soldati e due poliziotte finiti sotto accuse per aver partecipato ad un’orgia nel commissario di Ganshoren, a pochi minuti di distanza da Molenbeek proprio nei giorni di massima allerta a Bruxelles.

La notizia ha davvero lasciato tutti senza parole provocando anche indignazione soprattutto tra i belgi che hanno vissuto davvero momenti terribili nei giorni dopo il tragico 13 novembre.

“Quando se ne sono andati hanno organizzato un piccolo party per ringraziare la polizia della zona“, ha dichiarato il portavoce della polizia Johan Berckmans. “Abbiamo aperto un’indagine per scoprire cosa sia successo esattamente”, ha aggiunto il portavoce della polizia.Stando a quanto emerso a trasformare il commissariato di polizia in casa di appuntamenti sessuali sarebbe stata la decisione durante i giorni dell’allerta terrorismo di dare la possibilità ai militari di dormire all’interno dei locali della polizia, evitando i lunghi trasferimenti da e per le caserme.

«Sappiamo che i militari hanno effettivamente dormito in commissariato per 15 giorni e che un piano è stato adibito a dormitorio. Ci risulta una festa organizzata dagli agenti per salutare e ringraziare questi militari che è finita a notte fonda. Ora dobbiamo indagare», ha spiegato un portavoce della polizia in evidente imbarazzo per quanto venuto fuori. Intanto il livello di allerta a Bruxelles è attualmente a 3 su 4, mentre il dispiegamento militare nella capitale continua.

Rispondi o Commenta