Bergamo, uccisa giovane disabile di 19 anni con 24 coltellate

Omicidio a Bergamo dove una giovane ragazza di 19 anni, Sara El Omri di origine marocchina è stata accoltellata e uccisa la sera del martedì lungo la pista ciclopedonale che costeggia il fiume Serio, all’altezza di Albino.Riguardo questo omicidio i carabinieri hanno arrestato due persone ovvero A.e G di 25 anni ovvero il marito, clandestino e noto alle forze dell’ordine e una seconda persona, ovvero una sedicenne svizzera. I due sono stati accusati di omicidio volontario in soccorso.

Sono stati due passanti a notare il corpo della giovane intorno alle ore 22.45 del 2 giugno; i due passanti hanno subito allertato le forze dell’ordine, che nel giro di pochi minuti sono giunti sul posto insieme agli operatori del 118, ma purtroppo la giovane giaceva ormai sulla strada senza vita.

La giovane è stata uccisa con 24 coltellate proprio sulla pista ciclopedonale di Albino, in valle Seriana; il marito e la sedicenne avrebbero utilizzato due coltelli, poi rinvenuti e sequestrati dai carabinieri. Alla base di questo omicidio ci sarebbe un matrimonio difficile;la ragazza aveva già avuto grosse difficoltà con la sua famiglia per poter sposare l’uomo e poi ancora l’anno successivo la stessa avrebbe denunciato il marito per maltrattamenti e violenze che avevano costretto la giovane a lasciare casa sua e tornare a vivere con i genitori.

Per gli inquirenti il movente è di tipo passionale; in primis è stata fermata la giovane sedicenne proprio nelle vicinanze del luogo del delitto.Dalle prime indagini effettuate dai carabinieri è emerso che la 16enne svizzera è l’amante del marito della vittima dal quale aspetta un figlio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.