Usa choc, bimbo di 7 anni ucciso dal padre e dato in pasto ai maiali

Un cittadino americano di 44 anni, Michael A. Jones, residente poco fuori Kansas City, e precisamente a Piper, è stato arrestato e momentaneamente chiuso in carcere con accuse che spaziano dalla violenza domestica all’abuso su un bambino e passando per l’aggressione aggravata.

Un cittadino americano di 44 anni, Michael A. Jones, residente poco fuori Kansas City, e precisamente a Piper, è stato arrestato e momentaneamente chiuso in carcere con accuse che spaziano dalla violenza domestica all’abuso su un bambino e passando per l’aggressione aggravata. Ma presto a suo carico potrebbe scattare l’accusa di omicidio per l’uccisione del figlio che poi, per far scomparire il corpo, potrebbe aver dato in pasto ai maiali.

Uno dei sette figli è infatti scomparso e, dopo aver effettuato una perquisizione a casa dell’uomo, i poliziotti hanno setacciato ogni angolo del fienile dove sono trovati alcuni resti sui quali ora sarà effettuato il test del Dna.

Michael A. Jones, nell’attesa che vengano perfezionate le accuse, resterà in carcere visto che il giudice ha fissato la cauzione in ben 10 milioni di dollari, la più alta mai fissata da oltre 30 ann  a questa parte secondo quanto messo in evidenza da Jerome A. Gorman che è il procuratore distrettuale della contea di Wyandotte.

L’uomo, ora in carcere, vive in una casa che è sì una villetta da 200 mila dollari, ma in condizioni igieniche e sanitarie da brivido come peraltro raccontato da alcune delle baby sitter che si sono prese cura dei figli più piccoli. Stando alle telefonate giunte alla polizia una mattina, dalla casa dell’uomo sono state sentite urla e colpi di pistola, con uno di questi che aveva ferito di striscio la moglie. Nel frattempo però il figlio di sette anni era scomparso e 24 ore dopo, a seguito di una soffiata, la polizia ha setacciato e scandagliato il fienile centimetro dopo centimetro.

“Gli agenti che sono intervenuti sul luogo, affermano di non aver mai visto nulla di cosi orrendo”. L’autopsia sui resti sarà completata alla fine di questa settimana. Il cortile della casa di Jones ‘, che si trova alla fine di una strada sterrata ad una corsia circondato da boschi, è stato riempito con bici e giochi per bambini, ma è stato disseminato anche di altri oggetti che come i materassi e attrezzature da giardinaggio.

‘La loro casa era sporca,’ ha detto WSFA. ‘I bambini vivevano nella sporcizia. Spazzatura ovunque. Cibo essiccato in tutta la casa ‘.  L’ ex babysitter, ha detto che diverse persone si sono lamentate presso i  servizi per l’infanzia su presunti maltrattamenti dei bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.