Biscotti alla marijuana: zio e nipote li mangiano e finiscono all’ospedale

0

Zio e nipote mangiano dei biscotti alla marijuana e finiscono dritti dritti all’ospedale a causa di un malore. E’ accaduto ad Arezzo dove un uomo quarantenne di Montevarchi ed il nipote di soli nove anni avrebbero mangiato i biscotti alla marijuana per sbaglio. I dolci a quanto pare sarebbero artigianali, preparati e confezionati da parte di un amico di famiglia che, sbagliando nella scelta, li avrebbe dati allo zio ed al nipote di nove anni che poi sono rimasti intossicati accusando un malore.

I biscotti alla marijuana sono stati sequestrati dopo che in effetti, dopo che sono state effettuate tempestivamente le analisi cliniche, sullo zio e sul nipote di nove anni sono state rilevate tracce di tetracannabinoidi nel loro sangue. A questo punto inevitabile è stata, inoltre, la segnalazione di quanto accaduto e la conseguente denuncia del caso in Procura fermo restando che lo zio ed il nipote per fortuna ora stanno bene.

Dopo un breve periodo di osservazione, infatti, lo zio ed il nipote di nove anni sono stati dimessi dall’ospedale dove si erano recati dopo essersi sentiti male mangiando i biscotti confezionati artigianalmente e realizzati con un impasto contenente di conseguenza pure foglie di marijuana triturate.

L’intenzione dell’amico del 40enne intossicato sarà stata sicuramente quella di regalare a zio e nipote una scatola di biscotti ‘normali’, solo che inavvertitamente sono stati messi nella confezione pure quelli con la marijuana triturata con la conseguenza che ora sull’accaduto la parola passa all’autorità giudiziaria a seguito dell’intervento da parte degli agenti del Commissariato di Montevarchi. 

Rispondi o Commenta