BMW frena Google: “il marchio Alphabet e’ nostro”

La compagnia automobilistica tedesca Bmw ha messo in moto i propri legali per verificare se la scelta del nome Alphabet per la conglomerata di Google, non leda i suoi diritti di esclusiva sull’uso del marchio. Questo nome infatti è usato dalla controllata Alphabet Fuhrparkmanagement, che opera nei servizi di leasing di lunga durata e nel car sharing. BMW spiega in un comunicato “Stiamo esaminando le implicazioni sui diritti dio marchio”.

Ad essere precisi, il nome alphabet é registrato in almeno 130 marchi negli Usa. Per questo motivo sarà molto difficile che tra Google e Bmw si arrivi a una disputa legale, perché la violazione deve implicare che il danneggiato debba provare che la sovrapposizione della parola alphabet crei “confusione” tra i consumatori nell’uso del prodotto. Infatti Alphabet non opera nello settore della controllata di Bmw, anche se Google le auto elettriche senza pilota. Insomma, auto si, ma non dello stesso tipo.

Troppo presto per dire se questa questione finirà in tribunale oppure se si avrà un accordo o una semplice soluzione amichevole. A voler analizzare più da vicino la questione, bisogna dire che Google e Bmw sono in competizione fra loro in altri ambiti. Grazie all’attuale crescente sviluppo tecnologico del settore automobilistico, nasce soprattutto la questione Alphabet. L’ ultimo esempio recente è senza dubbio l’ acquisto delle mappe Nokia. Infatti è recente l’acquisto Bmw in compagnia di Audi e Daimler Here, delle mappe di Nokia, note antagoniste di Google Maps. Da qui il problema estivo tra i due gruppi societari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.