Prezzi e tariffe 2016: bollette e spesa, in arrivo ‘stangata’ da 551 euro a famiglia, eliminazione Tasi non basta

Tra bollette, tasse ed altre spese il 2016 in Italia per le famiglie partirà con una stangata di 551 euro, in media a nucleo familiare, a causa dell’aumento dei prezzi e delle tariffe di luce e gas, acqua, istruzione, trasporti, generi alimentari, servizi postali, smaltimento rifiuti e tariffe autostradali.

Diminuiscono invece nel 2016, in accordo con quanto è stato reso noto dal Codacons, le spese che sono legate al capitolo casa, a seguito dell’eliminazione della Tasi, ma anche il canone della Rai, la polizza di responsabilità civile auto ed i carburanti. Questi ribassi non sono però sufficienti a compensare i rincari sopra indicati con la conseguenza che secondo l’Associazione per l’anno prossimo a parità di consumi le famiglie italiane spenderanno in media nei 12 mesi 551 euro in più.

Analizzando le singole voici di spesa, il Codacons stima un risparmio di 194 euro medi a famiglia dall’eliminazione della Tasi, 13,5 euro di risparmio dal canone Rai 2016, che passa da 113,50 a 100 euro, -12 euro annui sull’Rc auto e -68 euro per fare il pieno di carburante all’auto. E questo, ricorda l’Associazione sul carburante, a patto che non ci sia un’impennata dei prezzi del petrolio e/o un aumento dell’Iva e/o delle accise da parte del Governo italiano.

Per quel che riguarda invece i rincari, nel 2016 per la sola spesa alimentare, a parità di consumi, si pagheranno ben 189 euro in più cui vanno aggiunti 137 euro per acqua e Tari, +44 euro per i trasporti, 27 euro in più per i pedaggi autostradali, 18 euro per i servizi bancari e +9 euro per quelli postali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.