Bonate Sopra, paura nella notte di Natale: padre e figlio rapinati e picchiati nella propria villa

0

Quella appena trascorsa, è stata una notte di Natale indimenticabile per un imprenditore e il figlio, entrambi di Bonate Sopra, comune italiano della provincia di Bergamo, in Lombardia. Indimenticabile non perché legato ad eventi piacevoli ma, al contrario, per la paura e i dispiaceri provati in quella particolare notte.

Nello specifico ecco quanto accaduto. Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, sembrerebbe che tre banditi, a volto coperto, abbiano sorpreso il figlio ventenne dell’imprenditore sopra citato mentre si apprestava a fare rientro a casa, intorno alle ore 21,30 e lo avrebbero costretto a farli entrare all’interno della villa. Una volta entrati in casa i tre banditi, tutti a volto coperto e con accento dell’est, avrebbero minacciato l’imprenditore sessantenne rivolgendo contro quest’ultimo una pistola.

Proprio insieme all’imprenditore e al figlio sembrerebbe che i banditi siano riusciti ad accedere al primo piano della villa dove più volte avrebbero minacciato il padrone di casa e il figlio arrivando anche a colpirli con calci e pugni nel disperato tentativo di convincerli a consegnare denaro e gioielli. Il terrore è durato per circa un’ora e mezzo e alla fine, i tre banditi, sono riusciti a fuggire con 1,500 euro in contanti e alcuni gioielli in oro oltre che l’auto di famiglia ovvero una preziosissima Porsche Cayenne.

In seguito, sul posto dove si è verificata la rapina, sono subito arrivati i carabinieri che adesso stanno indagando su quanto accaduto nella speranza di poter fare presto luce sulla questione e prendere i tre banditi che nella notte di Natale hanno seminato il terrore nella villa sita nella via Vittoria.

Rispondi o Commenta