Brad Pitt e Angelina Jolie: “Se non ingrassi ti lascio”

La coppia più bella di Hollywood scricchiola. Non è certo la mancanza d’amore che potrebbe far allontanare Brad Pitt da Angelina Jolie, bensì un problema più serio: la salute della famosa interprete di Lara Croft. La magrezza dell’attrice ha raggiunto livelli preoccupanti. Per questo motivo il marito avrebbe minacciato di lasciarla e di chiedere la custodia esclusiva dei figli nel caso in cui lei rifiutasse di curarsi. Le voci sono state smentite con una rapidità sospetta dall’entourage del divo. In realtà quello dell’attore potrebbe essere l’estremo tentativo per dare una scossa alla moglie e ricordarle che ad a- vere bisogno di lei ci sono anche i loro sei figli. Sette, in verità.

Perché la coppia avrebbe ufficialmente dato il via alle pratiche di adozione di un orfano siriano di due anni, di nome Moussa. Tra indiscrezioni e presunte minacce, una cosa è certa: Angelina non sta bene. Con un’altezza di un metro e 72 centimetri avrebbe raggiunto il pericoloso peso di 37 chilogrammi. Gli ultimi tempi sono stati molto duri per lei: dopo la decisione presa un paio d’anni fa di farsi asportare il seno per ridurre il rischio di tumore (e- videnziato da un esame del Dna), la Jolie ha optato per un’altra operazione e si è fatta togliere anche ovaie e tube di Falloppio. Una scelta nata dalla consapevolezza di essere portatrice di un gene che aumenta il rischio di cancro, rafforzata anche dalla perdita di mamma, nonna e zia proprio a causa di questi mali. Non ci sarebbe da stupirsi, quindi, se i diversi ostacoli l’avessero lentamente portata a un punto di non ritorno.

I corpi sempre più esili delle celebrità sono costantemente nel mirino. C’è chi può contare su un metabolismo veloce che brucia ogni caloria assunta, ma c’è anche chi della magrezza eccessiva ha fatto uno stile di vita. Pensiamo a Victoria Beckham, ribattezzata “Skeletal Spice”, cioè la Spice scheletrica. L’ex componente della girl band britannica segue un regime alimentare chiamato “dieta delle cinque mani”: nel corso di una giornata si nutrirebbe solo di cinque pugni di alimenti proteici e ipocalorici. La moglie del calciatore è stata attaccata anche dopo la collezione di moda presentata di recente sulle passerelle della New York Fashion Week. La sfilata è stata definita «uno spettacolo di scheletri», una passerella di modelle emaciate. Ma lei ha fatto spallucce.

Bellezza è necessariamente sinonimo di magrezza estrema? No. Lo dimostrano le star divenute tali grazie alle loro curve, su tutte Monica Bellucci, Jennifer Lopez, Beyoncé o le osannate sorelle Kardashian, icone di stile e moda. È anche vero, però, che accettare le fattezze del proprio fisico è più facile a dirsi che a farsi. Dietro un aspetto pelle e ossa, a volte, non c’è solo narcisismo, c’è un disagio molto più profondo. E difficile capire che cosa spinga Nicole Richie, figlia del cantante Lionel, a cibarsi solo di semi di girasole, sedano, succhi di frutta e gomme da masticare: anche lei è arrivata a pesare meno di 40 chili. Difficile capire la motivazione che ha portato Renée Zellweger a rinnegare le morbide curve ingerendo qualche cubetto di ghiaccio prima di ogni pasto per aumentare il senso di sazietà (e rischiare la congestione!).

E la società a essere diventata troppo severa e a osannare la perfezione a ogni costo? Una semplice foto pubblicata da Bianca Baiti sui social network ha scatenato il putiferio per via dell’aspetto della figlia Matilde, che ha appena otto anni.Troppo magra per i fan che hanno inondato la pagina della modella di critiche e di insulti, accusandola anche di essere una pessima madre: nell’immaginario dei più aggressivi la bambina potrebbe essere addirittura costretta a seguire un regime ipocalorico. A nessuno di loro è venuto in mente che Matilde potrebbe semplicemente avere una costituzione esile.

Giustificato lo sfogo della top model lodigiana, inorridita dai commenti che ha dovuto leggere on line: «Come si fa anche solo a pensare che tenga la mia bambina a dieta? Per fortuna non è abbastanza grande per farsi paranoie per via del suo aspetto naturale», ha tuonato Bianca.
Un esempio che dimostra quanto sia irrispettoso puntare il dito senza conoscere la realtà dei fatti. Ogni donna è bella a modo suo. E i giudizi, quasi sempre non richiesti, possono contribuire a spingere verso scelte azzardate, specie nei soggetti più deboli: una parola di troppo può fare la differenza. In negativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.