Bruce Lee, l’uomo che trasformò arti marziali in cinema cult: oggi avrebbe 75 anni

Bruce Jun Fan Lee, o se volete semplicemente Bruce Lee, nato il 27 novembre del 1940, ovverosia 75 anni fa. Bruce Lee, artista marziale, attore, ma anche sceneggiatore, regista e produttore americano di origini cinesi, ha portato le arti marziali sul grande schermo creando un filone cinematografico a tema, cult come si dice in gergo.

Oggi Bruce Lee se fosse ancora vivo avrebbe 75 anni, ma morì a soli 33 anni in circostanze che, se non misteriose, a distanza di anni ancora alimentano delle discussioni. Bruce Jun Fan Lee morì il 20 luglio del 1973 ad Hong Kong, si presume, a causa di una reazione allergica ad un farmaco assunto per far fronte ad una forte emicrania. E questo dopo che già il 10 maggio del 1973 Bruce Lee, colpito da edema cerebrale, fu salvato in extremis dai medici.

Nel mese di novembre del 2005, ovverosia dieci anni fa quando Bruce Lee avrebbe avuto 65 anni, in sua memoria a Kowloon, area urbana di Hong Kong dove l’attore morì, è stata posata una statua commemorativa sull’Avenue of the Stars.

Come in una vera e propria maledizione, pure il figlio di Bruce, Brandon Lee, anch’esso attore ed artista marziale americano, è morto giovanissimo, a soli 28 anni in un incidente durante le riprese de Il corvo – The Crow, film del 1994 diretto da Alex Proyas e tratto dall’omonimo fumetto di James O’Barr. Fu un colpo di pistola partito accidentalmente, durante le riprese del film, ad uccidere Brandon Lee che è stato seppellito accanto alla tomba del padre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.