Brunei, Natale vietato dal sultano Hassanal Bolkiah: carcere per chi lo festeggia

Hassanal Bolkiah, sultano dei Brunei, Stato situato sull’isola del Borneo, nel sud-est asiatico, ha deciso di bandire completamente il Natale e per chi deciderà di festeggiare sono previste pesanti pene. Nello specifico il sultano dei Brunei ha categoricamente vietato qualsiasi addobbo o festeggiamento natalizio, nessuna croce o addobbo sull’albero e per chi decidesse di non rispettare la decisione del sultano sono previsti fino a cinque anni di reclusione, il tutto, come giustificato dal Governo, per non danneggiare i fedeli musulmani presenti nel Paese.

I Cristiani che vorranno celebrare questa importante festività potranno farlo ma solamente dopo aver avvertito le autorità e soprattutto nella massima discrezione nel proprio privato. “Queste misure hanno l’obiettivo di controllare che le celebrazioni natalizie non siano eccessive e troppo allo scoperto, perché questo potrebbe danneggiare il credo della comunità musulmana”, sono state nello specifico le parole scritte in una nota dal quotidiano britannico Telegraph.

Inoltre, sempre secondo quanto riportato dal quotidiano Daily Telegraph “durante le celebrazioni natalizie, i musulmani che seguono quegli atti religiosi – come usare i simboli religiosi tipo croci, candele, fare gli alberi di Natale e cantare cori natalizi, mandare biglietti di auguri, mettere decorazioni o emettere qualsiasi suono o fare qualsiasi cosa che richiami quella religione – sono contro la fede islamica”, questo sarebbe quanto dichiarato da un gruppo di imam, preoccupati che la celebrazione di una diversa religione potesse arrecare danni alla fede dei Musulmani.

Dunque sono previste serie conseguenze per chi verrà scoperto a festeggiare in maniera illegale il Natale rischiando dunque fino a cinque anni di carcere.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.