Bucati siti del governo tedesco

Un gruppo di hacker pro-Russia ha rivendicato la responsabilità di un grave attacco ai siti web del governo tedesco.

Il gruppo – CyberBerkut – ha detto Mercoledì di aver bucato i siti web del parlamento della Germania e del cancelliere tedesco, Angela Merkel. I siti web non potevano esser caricati per delle ore, anche se il governo ha detto Mercoledì pomeriggio di star provvedendo a riportare le cose alla normalità.

L’hack è stato motivato politicamente, in quanto il gruppo si dichiara infastidito dal fatto che l’Unione europea e il Fondo Monetario Internazionale elargiscono miliardi per il salvataggio dell’Ucraina. L’Ucraina è nel bel mezzo di una lotta con i separatisti filo-russi nella parte orientale del paese. E il grido di guerra del gruppo di hacker sul sito dice: “Noi non dimenticheremo. Noi non perdoneremo.”

Questo è solo l’ultimo di una serie di attacchi di hacker di alto profilo: Sony è stata l’ultima grande azienda a subire un attacco di ampia portata, che ha guadagnato l’attenzione internazionale, al punto che il CEO di Sony Kazuo Hirai ha chiamato l’attacco informatico “uno dei più dannosi della storia recente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.